Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,105
  • Comments 1,427
  • Pages 9

Genesi dell’Italia mafiosa

In 8 righe, spiegato il perché di questo Stato mafioso.

Mano a mano che Garibaldi “liberava” le città del sud si trovava di fronte a un grosso problema: poteva fidarsi della polizia borbonica?

Certo che no! E la prima cosa che fece fu quella di rinnovare tutta la struttura con gente fidata, gente che collaborava e manifestava non poco entusiasmo ostentando la coccarda tricolore: si trattava di picciotti, mafiosi e camorristi che si rivelarono da subito fidati tutori del nuovo ordine con la sola pecca, in considerazione del nostro comune senso morale, di un’origine non proprio ortodossa.

Avvenne così che i poliziotti, quelli veri ma fedeli ai Borboni, osteggiando l’invasione piemontese si ritirarono sulle montagne per combattere l’invasore che con disprezzo li chiamò “briganti”, li combatté, li trucidò o li deportò; nel contempo mafiosi, camorristi, malavitosi, briganti doc, divennero poliziotti e si impadronirono delle istituzioni. Esemplare il caso di Napoli.

Anche così nacque l’Italia e anche così nacquero le sue istituzioni sulle quali tuttora grava il peso di questa paradossale anomalia d’origine.

Daniele Quaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.