Login

Newsletter

  • Users 147
  • Posts 1,257
  • Comments 1,674
  • Pages 9

Archivi

GIR LIFE azione vincente

Oggi verso le 15,30 chiama in LIFE l’associata Silvia che gestisce un negozio di ortofrutta nella pedemontana trevigiana.

“Ho qui un ispettore che sta controllando la merce esposta e mi ha già preannunciato che avrei commesso gravi inadempimenti sui cartellini di descrizione del prodotto, infrazione di carattere penale che oltre alla denuncia prevederebbe una sanzione minima di 1000 euro, come devo comportarmi?”

Questo il laconico messaggio, seguito dalla seguente mia risposta:

“Chiedigli il tesserino di riconoscimento, fatti mostrare il foglio di servizio, chiama il socio LIFE più vicino che è Ivan, non firmare nulla e fammi sapere”.

Dopo mezz’ora non ricevendo alcuna sua comunicazione, io richiamo:

“Sono Daniele Quaglia, come va? Hai identificato l’ispettore? Hai chiamato Ivan?”.

Risposta: “Non ce l’ho fatta, non ho fatto niente di quello che mi hai suggerito”.

Probabilmente era in panico e allora l’ho esortata:

“Fatti esibire il tesserino di riconoscimento ed il foglio di servizio, è indispensabile perché colui che è di fronte a te potrebbe benissimo essere un truffatore ed è tuo diritto sapere chi è costui e non firmare assolutamente nulla!” e chiudo.

Chiamo allora l’associato LIFE più vicino: “ Ciao Ivan, se ti trovi nella condizione di farlo, vai da Silvia che ha un’ispezione in corso ed ha bisogno, quantomeno, di un sostegno morale”.

“Ok, vado” è la sua risposta!

Dopo un po’ Ivan mi chiama e mi descrive la situazione:

“C’è l’ispettore che sta controllando e dice che ci sono gravi negligenze”.

Rispondo: “Non perderlo di vista, se vuoi fingi di telefonare, ma fagli capire che stai chiamando altri associati LIFE per intervenire”.

Dopo di ciò non ci siamo più sentiti fino a che non ho visto una chiamata senza la mia risposta verso le 17,30.

Richiamo e risponde il marito di Silvia:

“Ti aveva cercato Silvia per dirti che l’ispezione era terminata, l’ispettore aveva redatto il verbale senza rilevare nulla di rilevante e se ne è andato”.

“Pensi che questo suo ravvedimento circa le prospettive iniziali sia dovuto alla presenza di Ivan che ha spiazzato l’ispettore?” – La mia domanda.

E lui: “Si, credi proprio di si, grazie, infinitamente grazie”.

Un grazie che mi ha appagato meglio di qualsiasi altra cosa e non potevo tenerne Ivan fuori.

Così chiamo Ivan “Ciao, ho sentito che oggi abbiamo fatto risparmiare 1000 € alla nostra amica Silvia, non poco di questi tempi! Non credi che sia in gran parte merito tuo? Grazie Ivan!”.

E così si è conclusa un’altra battaglia a favore del GIR LIFE.

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Commenti recenti