Login

Newsletter

  • Users 90
  • Posts 898
  • Comments 1,255
  • Pages 9

I Veneti e la secessione umanitaria

Il Popolo Veneto ha i requisiti, secondo i canoni del diritto internazionale, per rivendicare la secessione umanitaria.

Non si tratta di un termine roboante per spaventare gli italiani, come per anni ha continuato a minacciare Bossi, ma è un diritto contemplato in quello stesso diritto dei popoli di decidere da sé riduttivamente chiamato autodeterminazione.

In determinate situazioni un Popolo ha diritto di rivendicare la secessione e nel contempo invocare l’aiuto degli Stati; queste situazioni sono ben specificate nei trattati di diritto internazionale e fanno riferimento a

tre distinte tipologie riconducibili alla violazione dei diritti umani; la presenza di una sola di queste mette quel popolo nelle legittime condizioni di rivendicare la secessione.

A detta dello scrivente l’attuale situazione del Popolo Veneto vede la presenza non di una di queste tipologie ma di tutte tre contemporaneamente; non solo, ma secondo la recente dottrina che riconosce ai Popoli il legittimo ritorno alla sovranità originaria, il Popolo Veneto godrebbe anche di questa opzione.

Allora per quale motivo il Popolo Veneto non rivendica la secessione umanitaria?

Per il semplice fatto che non gode di una rappresentanza giuridica, di un soggetto che sia legittimato per diritto e per volontà del popolo a rapportarsi con la comunità internazionale bypassando il sistema politico interno allo Stato italiano.

Privi di un soggetto con tali caratteristiche, i Veneti rimangono in balìa degli imbonitori che di volta in volta promettono una soluzione politica (secessione, devolution, maggiore o minore autonomia …) che sistematicamente si allontana sempre più.

Alla base di tutto ciò vi è la non conoscenza di una gran parte dei Veneti, l’ ignoranza politica che impedisce lo sviluppo di una pari consapevolezza; l’assenza di questi elementi inibisce lo sviluppo del coraggio indispensabile per scendere in massa nelle piazze venete a rivendicare la secessione umanitaria.

Daniele Quaglia

per approfondire

2 risposte a I Veneti e la secessione umanitaria

  • giorgio da Casteo scrive:

    Chi è senza peccato , non certo la LIFE, scagli la prima pietra. Va ricordato che il 08-09 dicembre 2013 nelle varie rotonde , circondati dai carabinieri, i Veneti erano pronti alla reazione. Persino il traffico con aiuti ai rivoltosi sosteneva e ci incitava a resistere. Il sottoscritto, prima ,durante le feste e ancora per 20 di e notte, fino all’ultima ora ci credette.
    Era la rivolta dei FORCONI lanciata da Life e dal suo temerario presidente alias “Comandante Lucio” che da circa 1 anno tramite Canale Italia con il sostegno di Vito Monaco annunciava “stermini” nel caso fosse entrato lui alla guida del movimento rivoluzionario.
    Come ando’ a finire lo sappiamo tutti ! I bla bla…bla del signor Quaglia che colpevolizzano i Veneti se li risparmi e reciti un profondo MEA CULPA !!!!!!!!

    • daniele scrive:

      Mi sono stancato di rischiare famiglia, processi e galera. Perché alla fine chi paga siamo sempre gli stessi, ma mai quelli come te!
      Daniele Quaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.