Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 927
  • Comments 1,281
  • Pages 9

Il postino non suona più

Il postino non suona più il campanello per consegnare le raccomandate ma imbuca direttamente l’avviso nelle cassette

Sembrerebbe che il postino, arrivato nelle vicinanze della cassetta postale quasi furtivamente, attento a non provocare il minimo rumore per non destare allarmi, immetta nella cassetta l’avviso della raccomandata per poi raggiungere, con lo stesso passo spedito e felpato, il motorino di servizio che, silenzioso ma non sufficientemente, fa sobbalzare il destinatario della raccomandata che si affretta alla finestra.

Ahimè, anche questa volta il postino gli è sfuggito con la destrezza di un gatto che teme l’inseguimento del cane e anche questa volta lui, utente/destinatario dei servizi di Poste italiane, sarà costretto a fare la coda allo sportello per ritirare quella raccomandata che il postino si è guardato bene dal consegnargli.

E’ quanto ci segnalano alcuni associati LIFE ma, a quanto pare, gli episodi segnalati non costituirebbero casi isolati ma sarebbero il frutto di una vera e propria prassi che Poste italiane avrebbe supportato.

In questo senso, per accertare eventuali responsabilità dirette, l’Antitrust ha aperto un’indagine svolgendo anche ispezioni nelle sedi dell’Ente.

Chi ha una certa età potrà ricordare che, per un’utenza di 3000 abitanti, bastava un solo postino che tra l’altro consegnava la posta in bicicletta; ora la stessa comunità è servita da più postini, motorizzati, a volte automuniti e, nonostante ciò, qualcuno di questi incaricati alla consegna della posta, non riuscendo a completare il suo lavoro, fa sparire la posta non consegnata.

Ora, al tutto, si aggiunge la prassi del mordi e fuggi che riguarda la consegna delle raccomandate e che obbliga i cittadini ad una perdita di tempo e dispendio di energie.

Nell’impiego pubblico urge la necessità di stabilire il concetto che chi sbaglia sia chiamato pagare, come avviene, normalmente, nel settore privato, tenendo “naturalmente” in debito conto tutte le associazioni ipergarantiste del posto di lavoro.

Daniele Quaglia

vedi anche https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/11/26/poste-antitrust-avvia-istruttoria-per-presunta-pratica-commerciale-scorretta-clienti-ingannevolmente-indotti-ad-acquistare-servizi/5581571/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.