Login

Newsletter

  • Users 88
  • Posts 787
  • Comments 1,138
  • Pages 9

Illuminante esempio di un imprenditore di sinistra

Dedicato a chi considera l’azienda la sua famiglia.

Lui si chiama Mauro Laus e oggi è un Senatore del PD ma nella sua esperienza lavorativa, prima della svolta politica, ha avuto la disavventura di fare l’imprenditore.

Un imprenditore un po’ atipico, per la realtà, in quanto dal 1996 al 2014 ha presieduto una cooperativa di servizi di Torino, la Rear che forniva lavoratori per il controllo delle sale cinematografiche, l’accoglienza e la biglietteria.

Fino a qui nulla di strano, nemmeno sul fatto che i suoi lavoratori abbiano intentato causa alla coop per il

salario troppo basso dopo aver subito il licenziamento per le proteste innescate (5,44 euro l’ora lordi, quasi normale per una coop).

Quello che meraviglia è il fatto che, oltre ad aver abbassato lo stipendio del 10% per i continui ritardi   dei pagamenti dovuti dall’Amministrazione Pubblica, applicasse a quei lavoratori un contratto non pertinente all’attività e meno oneroso di quanto stabilisse il vero contratto di riferimento: per questo motivo, la sua coop è stata condannata per gli  illegittimi licenziamenti  e al risarcimento del dovuto.

Ma quello che ancora più meraviglia, che è la ciliegina sulla torta della vicenda, è il fatto che il Senatore Mauro Laus, quello che erogava ai collaboratori della sua coop stipendi più bassi applicando un contratto illegittimo, sia il promotore Dem della proposta di legge sul salario minimo garantito!

Da sfruttatore a solidale?

Un novello San Paolo?

Un ravvedimento dettato dai turbamenti della coscienza o semplicemente un infelice calcolo politico Dem per aggraziarsi una classe coop-eraia, la più bistrattata di tutte?

Certo che gli imprenditori sinistri dimostrano una certa avversione per i CCNL: dopo Tiziano Renzi, he pagava in nero ora il Senatore Mauro Laus che paga meno del dovuto!

Chi sarà il prossimo?

liberamente tratto da http://www.affaritaliani.it/politica/mauro-laus-593488.html?refresh_ce

Daniele Quaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.