Login

Newsletter

  • Users 147
  • Posts 1,257
  • Comments 1,674
  • Pages 9

Archivi

In mora Equitalia e Agenzia delle Entrate

Matteo, il Santo Evangelista, prima di essere tale e prima della sua conversione al cristianesimo, svolgeva l’attività di esattore per il fisco romano: era colui che in senso moderno lavora per l’Agenzia delle Entrate e per Equitalia.

LIFE, in collaborazione con Plebiscito.eu (qualunque movimento decidesse di unirsi è ben accetto) ha deciso di mettere in mora, con l’operazione denominata “Matteo Evangelista”, gli esattori di Roma, sia nella fattispecie di Uffici territoriali di Agenzia delle Entrate e di Equitalia, sia nella fattispecie dei singoli dipendentii, che sempre più spesso portano beffardamente identità veneta.

E’ un’azione ispirata al diritto internazionale che riconosce ai Popoli, in questo caso al Popolo Veneto, il diritto di trattenere le proprie risorse per esercitare l’autodeterminazione.

In poche parole, tutte le istituzioni italiane, si trovano sul territorio veneto, in difetto assoluto di giurisdizione: non hanno alcuna competenza legittima sul Popolo Veneto se non in ragione della forza e, tanto meno possono esigere legittimamente tasse, sanzioni ed esercitare qualsiasi pretesa sul Popolo Veneto pena, secondo il diritto internazionale, la richiesta di danni per occupazione, che rende gli autori del crimine perseguibili in sede internazionale, sia dal punto di vista amministrativo che penale.

Sono 10 anni che LIFE elabora queste tesi, ricavate dal diritto interno italiano che notoriamente fa propri i trattati internazionali sottoponendosi alle condizioni ratificate, ma soprattutto al diritto internazionale che riconosce ai Popoli una giurisdizione specifica.

Il 16 dicembre sarà evento di un’azione pacifica e civile, atta a notificare ai responsabili di Agenzie delle Entrate e di Equitalia, presenti sul territorio Veneto, e a tutti i sottoposti e dipendenti che ivi lavorano, che la loro pretesa di tasse, imposte e quant’altro nei confronti dei Veneti è un crimine contro il diritto di autodeterminazione dei Popoli e come tale sarà in futuro, perseguito.

La messa in mora è un atto dovuto perché, dal 16 dicembre 2014 nessuno di coloro che lavoreranno per gli esattori di Roma, Agenzia delle Entrate ed Equitalia, possa dire di non essere mai stato a conoscenza che il loro agire costituiva crimine verso il Popolo Veneto.

Dal 16 dicembre tutti lo sapranno, non avranno più alcun alibi e saranno comunque consapevoli delle conseguenze giudiziarie a cui saranno chiamati a rispondere in un futuro sempre più prossimo.

Associati, simpatizzanti, amici LIFE che abbiano il piacere (si tratta di un vero piacere!) di partecipare a quest’azione, sono pregati di prendere contatto con info@life.it

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Commenti recenti