Login

Newsletter

  • Users 93
  • Posts 1,206
  • Comments 1,627
  • Pages 9

Archivi

INAIL

E’ giusto che tutti i lavoratori abbiano una copertura assicurativa obbligatoria per il rischio di infortuni.

Non è giusto che questa assicurazione diventi un monopolio dello stato, un carrozzone burocratico che serve a “parcheggiare” politici in erba o trombati e che siano i soliti contribuenti a pagare il costo di queste strutture, più politiche che sociali.  LIFE ha da sempre contestato l’eccessivo onere di questa assicurazione di “regime” che ci costa fino a 10 volte più di che in altri paesi d’europa e che non mette mai il datore di lavoro nella tranquillità: succede sempre più spesso  che dopo la liquidazione degli infortuni l’INAIL faccia azione di rivalsa nei confronti delle aziende, con il pericolo reale che queste vengano chiamate a rifondere all’INAIL quanto pagato.  Le aziende si vedono allora costrette ad attivare un’assicurazione privata RC con un ulteriore aggravio economico: condannati a pagare “premi” imposti dal regime, 10 volte più alti che nel resto d’Europa e obbligati a stipulare anche Assicurazione RC privata. Il tutto va ad appesantire quella voce che si chiama “costo del lavoro”, sconosciuta alla maggior parte dei politici italici,  che sta mettendo fuori combattimento tutte le nostre aziende sul ring, no del “libero mercato” ma su quello della “selvaggia globalizzazione”. Stiamo proprio assaporando, oggi, il gusto amaro dei suoi frutti. (QD)

Il 19 marzo 2002, all’inaugurazione della nuova sede INAIL di Conegliano, non poteva mancare la contestazione LIFE.

pronti alla contestazione
le sedicenti autorità intervenute: 1
le sedicenti autorità intervenute: 2

questo è il benvenuto

 

di LIFE.

I commenti sono chiusi.

Commenti recenti