Login

Newsletter

  • Users 85
  • Posts 748
  • Comments 1,098
  • Pages 9

INPS: la fabbrica del debito 2

Superdebito pensionistico INPS!

E’ stata necessaria la ricerca di due professori del dipartimento di Economia dell’Università di Genova, Luca Beltrametti e Matteo Della Valle, per mettere in luce il debito nascosto dell’INPS, vale a dire quanto l’INPS dovrà pagare per  le pensioni in carico attualmente fino alla dissoluzione, per morte, degli attuali pensionati.
Il Sole24 ore del 26.10.2011 pubblica i risultati di questa ricerca che, ahimè, potrebbe aver messo in evidenza solo una metà di questo debito.
Non è chiaro se in questo debito viene presa in considerazione anche la montagna di denaro versata da tutti gli attuali lavoratori attivi sotto forma di contributi previdenziali. Chi li ha versati e li sta versando, si aspetta che l’INPS un giorno glieli restituisca sotto forma di pensione o almeno in unica soluzione come un “fondo risparmio indicizzato”.
Questa montagna di denaro spettante ai lavoratori attivi, costituisce debito per l’INPS e  avrebbe un volume  maggiore di quella prevista per soddisfare le esigenze pensionistiche dei pensionati attuali , riscontrata dai due professori e potrebbe determinare il raddoppio del superdebito  previdenziale accertato,  che passerebbe da circa il 200% a circa il 400% del PIL.
Per non infierire troppo, prendiamo per buone le indicazioni che danno il superdebito pensionistico al 200% del PIL e sta gravando sulle neogenerazioni per 93.000 € pro capite.

Questa vicenda è emersa  da soli tre mesi  dalle pagine del Sole24 ore, vedere link  superdebito pensionistico
mentre  LIFE la denunciava già 10 anni fa dalle pagine del suo  giornalino di luglio 2002.
Se ciò sta a indicare che il calendario LIFE è più avanti di 10 anni di quello in uso comune in Italia  è facile profetizzare che fra 10 anni l’Italia  non  sarà più quell’entità come la conosciamo  ora.

pag.5 giornale LIFE, anno 8, numero 2, luglio 2002

Una risposta a INPS: la fabbrica del debito 2