Login

Newsletter

  • Users 93
  • Posts 1,206
  • Comments 1,627
  • Pages 9

Archivi

LIFE denuncia Conte & C

Depositata la denuncia di LIFE Treviso, da parte del Presidente Claudia Bortot, presso la  Stazione dei Carabinieri di Conegliano contro Conte & compagnia bella (!) per la gestione covid19, .

Le ipotesi di reato, tutte di carattere penale, possono così riassumersi:

1. Associazione per delinquere (art. 416 c.p.) finalizzata al compimento di una serie di reati fine quali:

2. Attentato alla costituzione (art. 283 c.p.): per il sostanziale snaturamento del procedimento descritto dalla costituzione per la produzione delle fonti di diritti e l’arrogazione in capo al presidente del consiglio di poteri che non gli sono propri;

3. Strage (art. 285 c.p.): per la diffusione di protocolli di cura errati e dannosi (intubazione dei pazienti che avrebbero potuto essere curati con normali terapie a base di antinfiammatori e cortisone) causando la morte di decine di migliaia di persone;

4. Usurpazione di potere politico (art. 287 c.p.): per l’arrogazione in capo al presidente del consiglio dei poteri congiunti del governo, del presidente della repubblica e del parlamento con la creazione di un nuovo organo costituzionale dittatoriale munito di tutti i poteri legislativi ed esecutivi;

5. Attentato contro gli organi costituzionali (art. 289 c.p.): per l’impedimento al regolare svolgimento delle funzioni del parlamento;

6. Attentato contro i diritti politici dei cittadini (art. 294 c.p.): per l’irregolare svolgimento delle elezioni (impossibilità di riconoscimento degli elettori mascherati e rifiuto di far votare chi non indossava la mascherina);

7. Interruzione di pubblico servizio (art. 331 c.p.): per il blocco di tutte le attività degli uffici pubblici durante la quarantena;

8. Epidemia (art. 438 c.p.): per la diffusione indisturbata del contagio da gennaio a marzo 2020 senza l’adozione di alcuna misura di cautela;

9. Turbata libertà dell’industria o del commercio (art. 513 c.p.): per il blocco di quasi tutte le attività lavorative durante la quarantena con la conseguente distruzione dell’economia italiana;

10. Lesioni personali (art. 582 c.p.): per i danni fisici subiti da tutti coloro che sono stati curati con protocolli terapeutici errati a causa delle indicazioni del Ministero della salute e del divieto di svolgere le autopsie;

11. Omicidio (art. 575 c.p.): per la morte cagionata a tutti coloro che sono stati curati con protocolli terapeutici errati a causa delle indicazioni del Ministero della salute e del divieto di svolgere le autopsie;

12. Istigazione al suicidio (art. 580 c.p.): per il suicidio delle numerose persone trovatesi sole, senza lavoro e senza possibilità di muoversi nel territorio della repubblica che hanno inteso porre fine alla propria vita per la depressione e disperazione causata dalla quarantena;

13. Sequestro di persona (art. 605 c.p.): per il divieto di allontanarsi dal proprio domicilio durante il periodo di quarantena;

14. Procurato allarme (art. 658 c.p.): per la diffusione di notizie allarmistiche sulla pericolosità del Coronavirus;

15. Abuso della credulità popolare (661 c.p.): per l’induzione in errore della generalità del pubblico in relazione alla contagiosità, alle cure ed ai rimedi contro il Covid-19.

Claudia Bortot, presidente LIFE Treviso vedi la denuncia  Denuncia Conte Claudia Bortot

58 risposte a LIFE denuncia Conte & C

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti