Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,183
  • Comments 1,524
  • Pages 9

LIFE, Fantozzi ed Equitalia

Il rag. Fantozzi ci scrive da una città del Veneto per farci conoscere quanta sia l’idiozia di chi fa le leggi e di chi le applica in questo Stato.

Fantozzi  era impiegato contabile presso una importante azienda che un brutto giorno è incappata in una serie di verifiche fiscali da cui è stata  accertata una  considerevole evasione.

Dalle successive vicende giudiziarie, tutti i  rappresentanti legali  dell’azienda ne escono con una condanna per evasione fiscale;  nemmeno l’impiegato Fantozzi viene risparmiato ed è condannato per “concorso in evasione fiscale” perché, combattuto nel conflitto tra il chiudere un occhio e continuare a svolgere  un lavoro sicuro per lui e tutti gli altri dipendenti dell’azienda o,  spifferare tutto alla GdiF e rischiare chiusura e fine del lavoro per tutti, ha scelto la prima ipotesi.

Fosse stato condannato a qualche mese di carcere, sarebbe stato certamente più contento di quanto non lo sia adesso che vive in una casa non sua, perché in affitto, usa un’auto non sua perché non se la può permettere una di sua proprietà  e svolge  un lavoro  part-time soggetto al prelievo forzoso di 1/5 dello stipendio, eseguito mensilmente e sistematicamente  da Equitalia.

Eh si, perché la sua è una condanna pecuniaria ed il tribunale ha deciso che il rag. Fantozzi dovrà restituire allo Stato, demente, una somma che,  meticolosamente elaborata da Equitalia, supera i 4 milioni di euro.

Chiunque nelle sue condizioni vivrebbe sonni tranquilli pensando che,  non possedendo null’altro che i vestiti indossati,  ha la matematica certezza che mai pagherà e mai potrà pagare.

Ma lo Stato, demente, deve fare la sua parte fino in fondo e continua a perseguitare il nostro Fantozzi con perquisizioni e accessi forzati in casa nella speranza di trovare un qualche improbabile  tesoro da pignorare;  è  questo agire persecutorio, questo stalking  perpetuo che sta rendendo invivibile la vita e levando il sonno alle notti del nostro ragioniere.

Fantozzi si è rivolto a LIFE, , dopo aver girato  vari studi legali e pagato laute parcelle senza mai ottenere il minimo risultato,  nella speranza che noi lo si possa aiutare a ritrovare la serenità a cui ogni cittadino ha diritto in uno Stato civile.  E adesso LIFE controllerà col microscopio elettronico  la cartella esattoriale non tralasciando  l’aspetto più grave di tutta la vicenda: la persecuzione continua attuata dallo Stato e da Equitalia, che sta causando seri danni biologici allo sfigato rag. Fantozzi.

E magari ricambieremo all’Innominato, mister 450.000 €/anno, la denuncia che lui ha depositato contro il Presidente di LIFE Veneto, Lucio Chiavegato e chissà mai che tutto questo non sia l’inizio della vendetta di Fantozzi. Tremenda vendetta!

Daniele Quaglia presidente LIFE Treviso

Una risposta a LIFE, Fantozzi ed Equitalia

  • dipende scrive:

    è successo anche a me.
    associazione a delinquere.
    non avendo la possibilita’ di pagarmi un penalista ho patteggiato due anni con la sospensione della pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.