Login

Newsletter

  • Users 94
  • Posts 1,224
  • Comments 1,644
  • Pages 9

Archivi

Lotta all’evasione

Ovvero l’arte di complicare le cose.

Qualche decennio fa un nostro conoscente, cittadino svizzero, che si era trasferito nella Marca Trevigiana per godersi la pensione ci raccontava della facilità con cui in Svizzera si adempiva alla dichiarazione dei redditi.

Da lavoratore dipendente raccoglieva nell’arco dell’anno la documentazione dei compensi ricevuti e di tutte le spese sostenute; benzina, meccanico, telefono, idraulico, alimentari, luce, gas …. fissava un appuntamento presso l’Ufficio comunale dei tributi e con l’aiuto di un funzionario calcolava l’importo delle tasse da pagare: da questo momento lui era sistematicamente esente da qualsiasi altro controllo fiscale.

Arrivato in Italia ha imparato subito la bestemmia a causa della complessità della questione e dal fatto, per lui inconcepibile, di dover fare ricorso ad un commercialista per la dichiarazione dei redditi per il solo fatto di avere una pensione e l’appartamento; l’impossibilità a detrarre la maggior parte delle spese sostenute, con la spada di Damocle della responsabilità soggettiva di quanto dichiarato col commercialista.

Oggi, anno domini 2020, lo Stato poliziesco italico che ci amministra riciccia sull’evasione fiscale, si ripropone di «migliorare la qualità dei controlli effettuati dall’Amministrazione finanziaria e rafforzare l’efficacia della riscossione», incentiva «maggiore utilizzo dei pagamenti elettronici», prevede «modalità semplificate per la fruizione di agevolazioni o incentivi fiscali» che oggi sono troppo complessi e scoraggiano molti e, dulcis in fundo il sistema dovrà essere improntato «all’efficienza, all’equità e alla progressività».

Ogni qual volta abbiamo sentito questo ritornello ci siamo ritrovati in un ginepraio di nuove norme e nuovi adempimenti.

Sarà così anche questa volta visto che chi si appresta a fare non ne ha la competenza.

Daniele Quaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti