Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,163
  • Comments 1,495
  • Pages 9

Multe autovelox, la speedy truffa

Speedy truffa, potrebbe essere la denominazione di un’operazione congiunta di tutte le procure d’Italia nei confronti dei Comuni che utilizzano autovelox non omologati (tutti!)

Tutti coloro che hanno pagato le multe autovelox senza opporre ricorso per la solita questione di convenienza perché il ricorso sarebbe venuto a costare più della multa, hanno la reale possibilità di chiedere il rimborso di quanto pagato.

E’ una prassi che può essere adottata per le multe autovelox non impugnate e pagate negli ultimi 5 anni e consiste in una richiesta di accesso agli atti da inviare al Comune e all’organo di polizia a cui fa riferimento la notifica del verbale; in questa si chiedono due cose:

  1. copia decreto Ministeriale di omologazione dello specifico autovelox installato che ha rilevato l’eccesso di velocità;
  2. copia dei decreti di omologazione della segnaletica installata sul tratto di strada che precede quell’autovelox.

Il codice della Strada fa riferimento ad apparecchiature per rilevamento della velocità (autovelox) debitamente omologate, ma in Italia nessuno degli autovelox esistenti è fornito di omologazione per il semplice fatto che non esiste un Ente individuato per tale scopo; infatti nei verbali è citata solo l’approvazione che non surroga la mancata omologazione e costituisce motivo di nullità del verbale.

Dunque, il Comune adito, ha l’obbligo di fornire la documentazione richiesta, ma vista l’insussistenza di questa, si potrà, in un secondo tempo, depositare denuncia penale contro quel Comune: per truffa se non esibisce la documentazione richiesta avendo rilevato l’infrazione con apparecchiature non a norma; per falso se fornisce documentazione che in realtà non esiste.

Il tutto senza spendere 1 euro, recuperando quanto ingiustamente pagato. 

Daniele Quaglia

qui fac simile richiesta di accesso agli atti istanza accesso atti autovelox

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.