Login

Newsletter

  • Users 85
  • Posts 748
  • Comments 1,098
  • Pages 9

Multe stradali: finita la pacchia?

I Comuni abituati a ripianare i debiti con le multe stradali dall’altro ieri dovranno rivedere questa loro strategia perché potrebbe riservare a questi un effetto boomerang proprio sui debiti.

Molti automobilisti che fino ad ora hanno preferito pagare un verbale di contravvenzione al CDS anche se presumibilmente illegittimo, lo hanno fatto per evitare spese legali in un eventuale ricorso mentre molti altri, che hanno vinto il ricorso, si sono accollati le spese dell’Avvocato con la solita clausola “spese compensate” ma, dopo l’ordinanza 31385/18 del 05/12/2018 emessa da Corte di Cassazione la questione si ribalta.

La Corte di Cassazione con questa ordinanza ha dichiarato la soccombenza delle spese all’Ente accertatore qualora un verbale impugnato venga annullato dal giudice: nel caso in oggetto, il Comune è stato condannato a pagare le spese legali sostenute dall’automobilista che ha vinto il ricorso.

Trattandosi sempre di cifre a due zeri, a volte anche a tre, più di qualcuno si convincerà di non sottostare più alla prevaricazione e prepotenza di certi Comuni e incoraggiati da questa ordinanza oseranno laddove non hanno mai osato; quelli che ricorrevano, vincevano ma venivano beffati dalla compensazione delle spese, finalmente avranno vendetta.

Ed i Comuni, dediti all’arrembaggio degli automobilisti, si dovranno dare una calmata, pena l’esplosione del debito comunale.

Daniele Quaglia

Una risposta a Multe stradali: finita la pacchia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.