Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 834
  • Comments 1,181
  • Pages 9

Parassiti

Parassita
Chi è il parassita? Un aiuto ce lo da il nostro vecchio e caro “Zanichelli”.
Come sostantivo maschile e in senso figurato:
parassita è“chi vive nell’ozio, sfruttando il lavoro e la fatica altrui”
Secondo la campagna antievasione promossa dalle istituzioni italiane chi non emette scontrino fiscale o fattura sarebbe un parassita.
Ma la fattura o lo scontrino devono essere emessi da chi, in cambio di un lavoro o un servizio, incassa una somma di denaro quindi , quindi sono emessi solo da chi ha eseguito un lavoro o dato un servizio.
Per definizione,  se vogliamo essere rispettosi della lingua nazionale, queste persone, vivendo del loro lavoro non sono assolutamente parassiti.
Non sono parassiti! Potrebbero essere evasori, o anche no se hanno agito per legittima difesa, ma parassiti, proprio no!
Ma se invece, non vogliamo essere rispettosi della lingua italiana potremmo definire parassita “chi vive del proprio lavoro, della propria fatica, senza mai fermarsi”, come  è stato fatto, scientemente, per questa immonda campagna.
Questo è il caso  più eclatante di come la lingua venga storpiata dalle istituzioni per invertire il ruolo naturale delle cose e far credere l’opposto di quello che è la realtà.
E’ il più  classico esempio di come istituzioni perverse, quotidianamente controllino o indirizzino la psiche della gente su obiettivi prefissati.
Qual è la realtà?
La realtà è tutto l’opposto e il parassita, cioè  colui che vive nell’ozio, sfruttando il lavoro e la fatica altrui, vive nascosto e protetto proprio da quegli organismi, anche questi immondi, che ci sono stati imposti con il nome di istituzioni.
Là troviamo milioni di parassiti che  vivono in un mondo diverso dal nostro,  asettico, in atmosfera controllata, nell’ozio genetico, senza produrre ma per  dissanguare noi lavoratori autonomi e del privato, costretti a dare sempre di più e molto  più di quello che potremmo; per essere perseguitati se, per legittima difesa, non emettiamo scontrino o se effettuiamo lavori in nero che ci permettono di sopravvivere, fino all’inevitabile  collasso.
Solo chi lavora, fatica e rischia,  produce realmente benessere  e ricchezza, chi ozia sottrae linfa vitale alla comunità e nel contempo ne parassita  tutti i servizi.

Gianfranco Miglio, ideologo del federalismo e nostro grande amico, aveva le idee chiare su chi è parassita


Il depistaggio lessicale non funziona più!

Noi sappiamo bene quali sono  gli organismi più emblematici che nascondono milioni di  esseri che vivono nell’ozio, sfruttando il lavoro e la fatica altrui trasformando la vita di chi lavora in un vero inferno.
Ecco i più pericolosi di questi organismi parassitari, gli untori:

organismi parassitari

I commenti sono chiusi.