Login

Newsletter

  • Users 90
  • Posts 898
  • Comments 1,255
  • Pages 9

Parliamo di indipendenza?

E’ dagli anni ’80 che il tema federalismo-indipendenza-autonomia abbaglia i Veneti, proposto prima dalla LIGA Veneta, poi dala Lega Nord, ora dalla Lega … ?

Cambiano i capi, i nomi, gli slogans, la gente ci crede …. ma ogni volta che l’obiettivo sembra a portata di mano, sfugge inesorabilmente.

Chi sbaglia e cosa sbaglia?

Chi sbaglia sono i Veneti ai quali quasi 40 anni di delusioni politiche non hanno insegnato nulla: non hanno insegnato che la partecipazione politica diretta è un impegno gravoso ma irrinunciabile per raggiungere l’obiettivo dell’indipendenza; che non si può delegare l’incarico a personaggi che della politica hanno fatto il loro lavoro, la loro ragione di vita, perché i loro interessi differiscono dalle esigenze della gente comune che reclama il diritto di decidere liberamente e democraticamente da sé, come popolo.

Lo sbaglio è pensare che in questo Paese, nato da tutti gli imbrogli possibili e immaginabili, sia percorribile una strada costituzionale.

La Costituzione italiana è stata costruita nell’intento di preservare quella che viene chiamata l’unità nazionale che mantiene profonde radici nel Regno, visto che gran parte delle leggi di quell’infausto periodo sono tutt’ora vigenti.

A priori, non esiste alcuna possibilità di una qualsiasi forma di federalismo-indipendenza-autonomia per previsione costituzionale, possibilità che dovrebbe comunque passare le forche caudine del Parlamento ove è arcinota una maggioranza ostile a rivendicazioni autonomiste-secessioniste dei Veneti e, ultimo baluardo inaccessibile, i giudici della Corte Costituzionale.

Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico.

E i Veneti che geneticamente sono individui d’azione, in grado di adattarsi al continuo cambiamento delle esigenze lavorative, in tema politico agiscono contro natura sbagliando a delegare professionisti politici che, oltre a quello che fanno male, null’altro saprebbero fare.

Chi è causa dei propri mali pianga sé stesso.

Ma vogliamo uscire dagli schemi?

Vogliamo parlare seriamente di indipendenza?

Vieni lunedì 30 settembre 2019 in sede LIFE, ore 20,30, a Spresiano.

Daniele Quaglia

3 risposte a Parliamo di indipendenza?

  • bucciol scrive:

    All’ultima cena della Life ci è stato posto il quesito: quale strada l’associazione Life deve prendere per sopravvivere nel suo futuro, tenuto conto che il ricambio generazionale dei suoi soci quasi non esiste. è bene trovarsi alle cene fare discorsi belli e buoni ma poi? in quella occasione posi il problema dell’importanza di dare più voce alla politica perché è la politica ad ogni nostra azione che guida l’entità del nostro benessere. Non venni preso in considerazione, sarà forse perché davanti ai molti commensali cera un copioso piatto di salsicce.
    Vedo con piacere dalle a-mail che la questione politica per merito di qualcuno a cui dico bravo fa e farà maggiormente riflettere tutti sulla necessità di avere anche un percorso politico, aiutare gli associati a creare delle liste il più numerose possibili di amici con cui far arrivare i messaggi, chissà che si riesca a sensibilizzare più persone alla partecipazione.

  • giorgio da casteo scrive:

    Fra il 20° e l’inizio del 21° Sec: abbiamo vissuto , come Veneti, la peggiore storia della secolare Repubblica Serenissima. Lo spot di Daniele dice TUTTO ! Ma c’è una domanda che mi rode . I sapienti Ausoni del meridione dicono che non meritiamo l’Autonomia perché c’è gia’ ed è quella dei ricchi ! E allora stiano al sud e non vengano a curarsi nelle ns. strutture sanitarie visto che i Veneti coglioni accolgono tutti. Compresi questi insopportabili AUSONI, loquaci ma ignoranti !
    PAX TIBI MARCE

  • giorgio da casteo scrive:

    Gli Ausoni lo sanno’ la falsita’ meschina, furba serve al sud per non darci l’Autonomia. Quindi trattenere al sud tutti i benefici dati da Roma. Ma da loro la sanita’ funziona peggio che in Veneto ! Quindi vengono a curarsi qui ! Sono cosi’ coglioni da non capire che di una sanita’ piu’ efficiente i primi a servirsi sono proprio loro ? L’ AUSONIA storicamente è sempre stata popolata dall’inoranza ! PAX TIBI MARCE …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.