Login

Newsletter

  • Users 560
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Perché si continua a pagare in nero

Col cashback lo Stato promette il rimborso, ai cittadini, del 10% di quanto speso e pagato con carta di credito.

Ma se il tanto vituperato artigiano o commerciante, a fronte di un pagamento in nero, in contanti, offre al cliente lo sconto dell’IVA del 22%, il che pur essendo iniquo in termini di maggior profitto da parte sua offre pur sempre al cliente un maggior tornaconto, quale ragione avrebbe quest’ultimo per aderire al cashback per un ritorno del 10% con un tetto massimo di 150 euro, se tutta va bene?

E’ un’ulteriore prova dello scollegamento della classe politica dalla realtà e non riesce a capire, per una forma mentale bacata, che la causa maggiore dell’evasione è l’alta pressione fiscale e risponde all’equazione più tasse=più evasione.

Così, pur susseguendosi governi di ogni colore e pensiero, le tasse non scendono mai e l’evasione fiscale rimane inalterata e, mentre le multinazionali stipulano patti segreti con lo Stato che concede loro aliquote vergognose dell’1-2% , le grosse aziende nazionali trasferiscono le loro sedi legali nei paradisi fiscali per eludere il fisco col risultato che entrambe pagano tasse ridicole e trasferiscono i capitali all’estero, mentre i piccoli e medi imprenditori, i pirla della catena, pagano per tutti e se vengono scoperti ad incassare in nero sono additati come evasori fiscali, nemici dello Stato e della comunità anziché meritevoli di lode perché, quanto meno, reinvestono i capitali nell’economia del territorio.

Daniele Quaglia

COMUNICATO AGLI ASSOCIATI di LIFE TREVISO Complice la situazione di estremo disagio ed incertezza che ci stanno imponendo e che combattiamo, per la prima volta in 25 anni nessun incaricato LIFE fino ad ora ha visitato la sede degli associati per il rinnovo della quota 2020/2021 né lo farà più.

Ringrazio in anticipo chi intende rinnovare liberamente e autonomamente la quota 2021 eseguendo un bonifico sul conto di LIFE Treviso in Banca Intesa, causale quota associativa 2021 (quota minima 125€), col seguente

IBAN IT86 O030 6909 6061 0000 0149 763

Seguirà ricevuta via email o fax

Il Presidente LIFE Treviso Claudia Bortot

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio Viel
Antonio Viel
6 mesi fa

Alora no, me acapita de setir che levasione in Talia le 100 miliardi mentre lo spreco politico le 200 miliardi, bastare ridurer lo spreco de 100 miliardi e il gioco e fato.