Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 803
  • Comments 1,148
  • Pages 9

Più tasse = più evasione

Il Parlamento europeo ha pubblicato qualche giorno fa le stime sull’evasione fiscale in Europa dalle quali si evince che la maggiore evasione fiscale avviene nei Paesi con la più alta tassazione, a conferma di una legge economica (non scritta) che determina un ottimo affare evadere le tasse laddove queste superino le rendite di qualsiasi altro tipo di investimento.

Semplificando: se le somme evase al fisco sfuggendo ad una tassazione del 50%, in termini economici mi rendono il 50% si deduce che, più è alta la tassazione più è conveniente l’evasione.

Nella classifica degli Stati con maggiore evasione fiscale pro capite troviamo ai primi sette posti (esclusi Lussemburgo e Malta, noti paradisi fiscali):

1^ l’Italia

2^ la Danimarca

3° il Belgio

4^ la Finlandia

5^ la Grecia

6^ la Francia

7^ la Svezia

mentre nella classifica relativa alla pressione fiscale troviamo, sempre nei primi sette posti:

1^ la Danimarca

2^ la Francia

3° il Belgio

4^ la Finlandia

5^ l’Italia

6^ l’Austria

7^ la Grecia

Recenti indagini hanno attribuito alla Danimarca lo scettro di Paese con la più alta tassazione: non meraviglia il fatto che si trovi al 2° posto nella classifica sull’evasione fiscale.

Quello che meraviglia è il fatto che l’Italia, con una pressione fiscale da 5° posto si trovi in vetta alla classifica dell’evasione fiscale.

Come mai ? Direte!

Ecco svelato l’imbroglio:

in Italia la pressione fiscale dichiarata è ottenuta da una media tra chi paga e chi non paga (cit. Ragioniere Generale dello Stato Monorchio degli anni ’90) mentre la pressione fiscale reale è molto più alta, prossima al 70% che da anni LIFE denuncia: primo posto assoluto in classifica!.

La conferma è proprio quel primo posto nell’evasione pro capite: se in Italia evadere le tasse significa realizzare il 70% di utili chi è quel cretino che non ci prova?

E se lo Stato non incassa il dovuto, la colpa non è del cittadino che evade ma dei politici che, vivendo nel loro mondo ovattato, non hanno mai capito che sarebbe bello pagare le tasse se queste fossero eque ed in cambio lo Stato offrisse ai cittadini servizi convenienti: in altro modo conviene continuare ad evadere.

Daniele Quaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.