Login

Newsletter

  • Users 90
  • Posts 877
  • Comments 1,224
  • Pages 9

Popolo, Nazione e Stato

Conosciamo meglio questi tre termini che la politica usa spesso impropriamente per confondere deliberatamente le idee dei cittadini.

Popolo

Dopo la famiglia è il più antico esempio di aggregazione naturale.

Per capire cos’è un Popolo possiamo avvalerci della definizione che ne ha dato l’UNESCO, non accettata come ufficiale dall’ONU.

Popolo = Gruppo di esseri umani che hanno in comune numerose o la totalità delle seguenti caratteristiche:

a) una tradizione storica comune;

b) una identità razziale o etnica;

c) una omogeneità culturale;

d) una identità linguistica;

e) affinità religiose o ideologiche;

f) legami territoriali;

g) una vita economica comune.

L’ONU non ha mai adottato questi criteri per non essere legata a schemi rigidi e poter, di volta in volta, decidere (ambiguamente) con la massima discrezionalità.

Nazione,

Il termine deriva dal latino natio (nascita) sta ad indicare la comunità d’origine, così per un Veneto che vive in altri luoghi, la sua Nazione di appartenenza rimane quella Veneta pur acquisendo una cittadinanza diversa da quella dei Veneti cittadini italiani. Un Veneto diventato cittadino americano mantiene la sua nazionalità (origine) Veneta.

I Veneti dell’Italia, quelli dell’Australia, del Canada, degli Stati Uniti ….. tutti insieme costituiscono la Nazione Veneta che non ha bisogno né di confini né di territorio per esistere.

Anche la Nazione, come la famiglia ed il popolo è un’aggregazione naturale.

Stato

Lo Stato è un’organizzazione politica che amministra un determinato territorio: è un’aggregazione artificiale che per poter esistere deve avere il monopolio, all’interno del suo territorio, dei tre poteri caratteristici: Legislativo, Esecutivo e Giudiziario.

In mancanza di uno di questi, uno Stato non è più tale.

Uno Stato necessita di un determinato territorio e della forza per difenderlo da minacce sia interne che esterne.

Uno Stato ha personalità giuridica che gli consente di rapportarsi con altre organizzazioni statuali, facoltà non riconosciuta a Popolo o Nazione.

Lo Stato nazionale è uno Stato sorto per volontà del Popolo, della Nazione.

Da questi flash si possono dedurre alcune considerazioni:

Non esiste un Popolo italiano.

Il Popolo Veneto esiste per le sue caratteristiche che presenta, indipendentemente dal riconoscimento dello Statuto regionale e nonostante il genocidio storico-culturale perpetrato dallo Stato italiano.

La nazionalità si acquisisce in modo naturale per jus sanguinis (sangue del nostro sangue) mentre la cittadinanza si acquisisce burocraticamente con trascrizione in registri.

Mentre la Nazione è un’entità naturale che non abbisogna di territorio, lo Stato è un’organizzazione politica che abbisogna di un territorio e di una popolazione sui quali esercita i suoi poteri.

L’Italia non è una Nazione né uno Stato Nazionale, perché non ha un popolo e non è nata per volontà di un popolo. Dal 1860 furono indetti i Plebisciti di annessione, circa una decina, ognuno dei quali rivolto a entità etnicamente, culturalmente, socialmente, linguisticamente …. estremamente diverse fra loro: popoli diversi e nazionalità diverse, ragion per cui l’Italia è uno Stato multietnico, eterogeneo, multinazionale.

Per quanto riguarda l’esistenza di Popoli, Nazioni e Stati, la Storia ha dimostrato e dimostra costantemente che Popoli e Nazioni sopravvivono agli Stati; mentre questi ultimi mutano forma e confini, si aggregano o si combattono e, a volte, cessano di esistere, Popoli e Nazioni sopravvivono agli Stati ed a questi cataclismi politici

Se ne faccia una ragione chi ostacola il processo di indipendenza del Popolo Veneto.

Per i prossimi 20 anni, è più probabile il ritorno all’originaria sovranità del Popolo Veneto che non la continuazione forzata di questo mal riuscito Stato Nazionale, l’Italia.

Il solo pensare che ciò avverrà, a prescindere dal mio destino, mi aggrada infinitamente.

Daniele Quaglia

Tratto da 

3 risposte a Popolo, Nazione e Stato

  • Giampiero scrive:

    Molto bravo. Sei un vero testimone di un popolo troppo italianizato. Cosi si ralentano i tempi della decolonisazio e

    • daniele scrive:

      Gli argomenti trattati offrono informazioni che hanno lo scopo di creare consapevolezza: quello che manca a gran parte di Veneti.
      E la mancanza di consapevolezza è la causa della scarsa partecipazione dei Veneti alle tematiche indipendentiste.

  • PERUFFO SERGIO scrive:

    ho letto tutto questo grande messggio al ns.grande popolo veneto , ma come ho sempre detto e cercato ,nel mio piccolo di coinvolgere ns.gente persone giovani e vecchi donne e madri , è molto difficile far entrare nella testa o mete le ns.idee .ormai la gente non crede piuù a nulla e si lascia facilmente turlupinare da questi italiani invasori .ù
    la gente veneta non si accorge di questo ma alle mie idee e parole che spesso spiego a loro ,mi rispondono che loro sono italiani che loro ormai da tanto tempo sono qui in ” italia” e si sentono partecipi di questo nefando stato di italiani mafioso sfacciati ignoranti , ma poi si lamentano sempre .
    alla fine io dico loro OK se vi va bene tutto questo non lamentatevi e pagate ” paga e tasi ” e ti ridono in faccia.
    è semplicemente deplorevole tutto questo ed io mi sento offeso deluto e pieno di tristezza sentire e vedere queste cose , ma sempre veneto e non mi tiromai indietro e sempre WSM ciao a tutti sergio veneto da sempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.