Login

Newsletter

  • Users 504
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Resistenza e Liberazione

Quando noi Veneti potremo festeggiare la Liberazione dall’Italia?

Impariamo da quelli che fanno passare la resistenza come il motore della liberazione, mentre nella realtà a liberare l’Italia furono le truppe Anglo americane.

A parte la propaganda del nuovo regime italico che sistematicamente attribuisce ai partigiani rossi il merito della liberazione, di tutta questa vicenda, da una sola cosa devono trarre insegnamento gli indipendentisti veneti: senza l’aiuto di uno Stato potente possono abbandonare qualsiasi sogno di arrivare, un giorno, ad essere indipendenti.

Se non fosse stato per gli alleati, l’Italia sarebbe ancora una dittatura fascista invece di essere una dittatura oligarchica qual’è oggigiorno; ma non solo l’Italia, il Bangladesh deve la sua indipendenza al supporto di India e Russia; Slovenia, Croazia … alla NATO e Comunità Europea; idem per le Repubbliche Baltiche mentre la Crimea deve ringraziare la Russia.

Il mondo gira così ed i Popoli che si vogliono affrancare dagli Stati occupanti devono necessariamente trovare potenti supporter, pena l’impantanamento in guerre interne senza fine: unica eccezione le secessione consensuale della Cechia dalla Slovacchia.

Ma l’Italia, che per definizione non riconosce alcuno dei popoli pre unitari, non sembra disponibile a transazioni pacifiche, ergo per cui ai Veneti si offrono tre possibilità: usare la forza, usare la diplomazia, usare il diritto

  1. l’uso della forza – essere in grado di aprire un fronte di scontro cruento con l’Italia e portarlo a termine con una lotta di resistenza e liberazione sperando nell’aiuto di qualche Stato, la qual cosa non sembra minimamente realizzabile;
  2. l’uso della diplomazia – trovare potenti sostenitori internazionali tra USA, GB, Germania, Russia o Cina, disposti a perorare le legittime rivendicazioni indipendentiste dei Veneti, difficile ma non impossibile;
  3. l’uso del diritto – affidarsi ai tribunali internazionali per rivendicare la sovranità originaria della Repubblica Veneta sostenendo l’accusa allo Stato italiano di pulizia etnica e genocidio, a danno del Popolo Veneto, forse la cosa più semplice anche se sarebbe utile qualche “forte raccomandazione”.

Ricordando sempre che la Comunità internazionale da molta importanza alla volontà popolare democraticamente espressa.

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments