Login

Newsletter

  • Users 147
  • Posts 1,257
  • Comments 1,674
  • Pages 9

Archivi

Schiavitù!

Dopo anni dall’inizio di una crisi che sembra non avere mai fine, nei centri di potere economico e politico, si sta radicando l’idea che per rimettere in moto l’economia sia sufficiente abbassare i costi di produzione dei prodotti obbligando i lavoratori a lavorare un maggior numero di ore percependo la medesima paga.

E’ un concetto che soprattutto le multinazionali stanno già realizzando in Spagna, in Italia, in Francia …. con l’intento di renderci competitivi con gli schiavi cinesi!

Così facendo:

– Si sta introducendo una nuova forma di sfruttamento a tutela legale, una schiavitù protetta;

– Si riducono si, i prezzi di produzione ma calano anche le paghe nette orarie;

– Più ore lavorate ma non retribuite, significa lavorare gratis;

– Lavorare gratis significa diminuire, proporzionalmente al tempo dedicato, il potere di acquisto;

– Non vengono creati nuovi posti di lavoro;

– La disoccupazione non cala;

– L’economia ristagna.

In queste condizioni:

– E’ matematicamente impossibile crescere;

– Nelle più rosee previsioni ci sarà ristagno perenne;

– Nelle più pessimistiche, il default dello Stato;

– Non è compito del mercato trovare una soluzione;

– E’ compito dello Stato intervenire.

Lo Stato deve:

– Essere sovrano perché è espressione della sovranità popolare;

– Ridurre l’imposizione fiscale per abbattere tutti i costi;

– Ottimizzare la spesa pubblica;

– Eliminare la corruzione;

– Mantenere un livello qualitativo accettabile dei servizi;

– Equiparare le retribuzioni improduttive della PA e degli incarichi politici alle retribuzioni del settore privato;

– Eliminare tutti gli assurdi privilegi appannaggio degli addetti della PA.

Così facendo:

– Milioni di lavoratori con paga oraria netta inalterata e prezzi di tutti i beni diminuiti, potranno godere da subito dell’aumento del potere d’acquisto della loro paga;

– I consumi riprendono immediatamente vigore;

– La richiesta di beni cresce;

– Nascono nuovi posti di lavoro, fonte di ricchezza, di benessere e di libertà.

– Lo Stato e tutti i cittadini ne guadagnano!

Utopia?

No!

Basta azzerare quegli Stati che abbiano alienato la loro sovranità per inconfessabili giochi di potere e non perseguano, come scopo primario, il benessere dei loro cittadini!

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Commenti recenti