Login

Newsletter

  • Users 147
  • Posts 1,257
  • Comments 1,674
  • Pages 9

Archivi

Scozia indipendente! Ed il Veneto?

La Scozia secederà sicuramente dalla Gran Bretagna attraverso il più democratico dei mezzi vale a dire il referendum popolare. Parola di Giovanni Dalla Valle bassanese intervenuto il 31 luglio  alla Festa dei Veneti di Cittadella , attivista e ambasciatore dello Scottish National Party, il partito che sta portando la Scozia verso l’indipendenza.

Dopo trecento anni di sottomissione alla Gran Bretagna gli Scozzesi hanno deciso che il loro livello di sopportazione è esaurito e grazie alla maggioranza assoluta dei consensi  di cui  il partito indipendentista gode, il referendum potrebbe trasformarsi in un vero trionfo.

Ma perché dopo 300 anni gli Scozzesi non vogliono più saperne di convivere con gli altri?

Si dà il caso che la Scozia sia ricca di risorse minerarie, petrolio e gas naturali i cui giacimenti si trovano nel mare appartenente alla Scozia e questo tesoro gestito dalle casse degli scozzesi, fatti quattro conti, potrebbe migliorare la situazione economica di ogni scozzese, da quello appena nato all’ultracentenario, di circa 500€ all’anno.

Non è un capitale che stravolgerà in meglio la vita economica del Paese, ma per chi ha la fama di taccagno come gli scozzesi, costituisce una questione di principio e di proprietà.

La Gran Bretagna nel 2014, data del referendum,  probabilmente cesserà di essere così come ora la conosciamo.

A questo punto, Giovanni Dalla Valle veneto purosangue di Bassano del Grappa si è posto una domanda:  “Se la Scozia secede per  un interesse negato di 500€ pro capite a quale somma sta rinunciando il Veneto continuando a restare soggiogato all’Italia?”

L’attuale Veneto e la Scozia hanno pressoché lo stesso numero di abitanti: 5 milioni circa.

Calcolando quanto il Veneto versa nelle casse di Roma, i trasferimenti che ha di ritorno da questa  e la qualità dei servizi, ciò che rimarrebbe in tasca ad ogni veneto è una somma che fa accapponare la pelle. 7.000 € !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ma com’è possibile che gli Scozzesi dopo 300 anni di convivenza nella Gran Bretagna secedano dalla stessa

per un ritorno economico di 500€  pro capite/anno  mentre i veneti con 146 anni di sottomissione all’Italia e a fronte di un ritorno economico di 7000€ pro capite/anno continuino a subire passivi una simile rapina?

Quale mutazione genetica ha reso così servili gli eredi di quella  Nazione Veneta che  per oltre 1000 anni non ha mai chinato la testa  al volere di nessuno, siano stati essi Papi, Imperatori o Re?

Dalla Valle, da studioso di psicanalisi attribuisce questa situazione alla mancanza di Leaders.

Potrebbe essere vero se per Leader s’intende “un trascinatore” e non un “uomo forte” perché l’uomo forte, quello che si impone con ogni mezzo, il Dux, il dittatore  è tipico della tradizione italica;  non appartiene certamente a  quella  Veneta che democraticamente e per oltre un millennio ha scelto il suo capo supremo,  il “Doge”, tra un gruppo di candidati  con un sistema  di voto  sottoposto a filtri e controlli pressoché inviolabili.

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto Porcù
Roberto Porcù
8 anni fa

Elementare, la Scozia vuole secedere dal Regno Unito ed il Veneto vuole secedere dall’Italia.
E non è la stessa cosa. Nel 700 nel Regno Unito ottennero che il sovrano facesse un passo indietro, ottennero la Magna Carta e la Democrazia, in Francia ottennero solo l’invito a mangiare le brioches, e sappiamo come finì.
Le richieste degli italiani non hanno seguito, alcuni politicanti fingono di appoggiarle per prendere tempo, ma non cambia nulla.
Non ricordo quanti disegni di legge di iniziativa popolare, presentati con una valanga di sudate firme raccolte, siano dormienti nei cassetti del parlamento, mi pare che l’ultima sia dell’Italia dei Valori.
In Italia abbiamo votato dei referendum, io li ho votati e mi sono anche molto attivato per essi, i Si hanno vinto e sono rimasti lettera morta, forse il più eclatante è quello sul finanziamento dei partiti che hanno anzi decuplicato.
Tu sai quanto io sia di indole pacifica, ma in Italia cambierà qualcosa quando monteremo le ghigliottine in ogni piazza.
L’Italia è una monarchia assoluta, il Re viene eletto all’interno di quella che altri chiamano casta ed io associazione a delinquere di stampo politico-burocratico: anche nell’impero romano l’imperatore era una carica “elettiva”
La monarchia assoluta non tiene in alcun conto la volontà dei Cittadini e, cammuffata da democrazia, finge di farlo alle elezioni.
Tu avevi votato a sinistra, sei schifato e passi a destra, io ero a destra e passo a sinistra, le poltroncine rosse sono sempre quelle. E non mi ci mettere di mezzo la Lega che fa parte del gioco anch’essa.
Vuoi cambiamenti ? Monta le ghigliottine che altra soluzione il Italia è impossibile.

Commenti recenti