Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,105
  • Comments 1,427
  • Pages 9

Signoraggio, BCE, Euro e debito pubblico

Il numero delle persone che sono a conoscenza dello stato di schiavitù a cui stiamo velocemente andando in contro, deve aumentare in modo esponenziale per potere arrivare, quanto prima, oltre la soglia critica che divide la consapevolezza dall’agire. Metto  a disposizione   questo semplice grafico  grafico sign. nella speranza  di avere facilitato la comprensione del meccanismo che ci renderà schiavi della BCE, la quale  agisce in nome e per conto di qualche paranoico che coltiva mire di assoggettare  il mondo intero attraverso un Governo unico mondiale.  E che Dio ci assista.

Daniele Quaglia

20 risposte a Signoraggio, BCE, Euro e debito pubblico

  • Alberto Pento scrive:

    Me despiaxe caro Daniele ma no so par gnente d’acordo co ti.

    1) El stado, coalsiasi stado, no lè difarente da ogni altro ente o çitadin; ti e mi co ghemo cogno de skei par far calcosa, se no ghe nemo da parte sparagnà a ‘ndemo en prestio da coalkeon ke ghe nà, parenti, amighi, banke pagandoghi łi enteresi sol capital e se enpegnemo-epoteghemo ła caxa, i canpi, la botega e ogni altro ben par dar garansia.
    On stado kel posa torse skei en prestio sensa pagar entaresi o kel posa stanparse skei falsi el me fa oror, lè fonte de gran mal.

    2) No xe el stado tałian ke ga da retorse ła soranetà, semo nantri omani ca ghemo da retorse ła soranetà ke ne ga robà łi stadi come coeło tałian e łe so caste parasidare e sasine.
    Caxo mai naltri veneti a ghemo da retorse ła nostra soranedà persa doxento ani fa e sensa pì dargheła en man a caste o a arestograsie ma tegnendoseła naltri come en Xvisara.

    3) I skei no łi ga pì da esar en man a łi stadi, a łi gowerni e a łe banke çentrałi: stadi, gowerni e banke çentrali łi xe nostri nemighi … però mi pitosto de on torno al Stado Tałian a prefariso diexe ‘olte sta dexgrasia de l’Ouropa ca se catemo parké al so rento, almanco a ghe stati pì seri de coeło tałian e grego: ghè łi stadi scandinavi, coełi xermani, l’Aostria, el Beljo, la Gran Bretagna ke co tute łe so peke łi xe mejo de coeło tałian.
    Łi skei łi ga da tornar en man al marcà, al lebaro marcà e prasiò en man nostra e no de łi stadi, dei gowerni, de łe banke çentrałi.

    Se ti te vol el stado tałian, meti fora el tricolor, cava via ła bandera veneta e canbiaghe el nome de ła LIFE e ciamała INTA Inprendidori Nasionałisti Tałiani Antiouropei.

  • Alberto Pento scrive:

    Caro Daniel
    Se łi stati no łi pol pagar entaresi, no łi ga da far debito co ke xe par tuti i boni omani, cristiani o no.
    Caxo mai łi ga da dimandar ła caretà.
    http://www.filarveneto.eu/forum/viewtopic.php?f=146&t=344&start=10

  • Alberto Pento scrive:

    Caro Daniel

    el grafego
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4YllBYjI4ck9JN2c/edit
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4YllBYjI4ck9JN2c/image?pagenumber=1&w=138

    no lè vero parké ła BCE ła xe parte de łi stati e no ła xe en contrapoxision a łi stati e łi stati no semo naltri ke łi subimo, ke ghe semo sotani e ca ghemo da soportar tute łe so angarie.

    El stato e ła banca çentral łi xe ła mema roba, el memo mostro ke vive sora łe nostre skene, łe banke e łi stati łi xe ła mema potensa e no entetà distinte, łe xe ła mema casta ke ne oprime e de sta casta ghe fa parte łi gowernanti e łi potentà de łi partiti e de łe asoçasion de categoria.

    Naltri no a ghemo da defendar el stado ma a ghemo da defendarse dal stado e da le so caste come coeła bancara.

    • daniele scrive:

      Il mio ragionamento è generico e rivolto allo stato in generale. L’Italia e la sua struttura politica fanno parte del grande disegno del governo unico mondiale: non è un caso che lo stipendio dei politici sia il più alto in assoluto, è la prova certa della loro complicità attraverso l’acquisto del loro silenzio. Alberto, cerca di andare oltre.
      Lo Stato Veneto o Repubblica Veneta non aveva come referente una banca privata, ma la zecca di Stato. E’ l’esempio più lampante di sovranità monetaria e di come mantenere inalterato il valore della moneta per oltre mille anni, scevro da ricatti, interessi passivi, inflazione o deflazione e conseguente debito pubblico. Se anche dopo questo esempio ti rifiuti di ragionare serenamente …. no’ so kosa farte

      • Alberto Pento scrive:

        No stemo far caxin: ai tenpi de ła Repiovega Veneta a ghe jera łi Skei de Oro, d’arxento, de rame, de fero, evc. … ente tuto el mondo le Xeke de łi stadi no łe stanpava skei de carta e l’oro cognava cronparlo e cavarlo fora da ła mine co łi so costi e fadighe e el jera senpre scarso e łi skei boni łi jera coełi ke łi corispondeva al titoło del metał presioxo ke łe monede łe dixeva de ver.
        En Afrega łi Re Mori ke no łi se fidava de łi skei de oro ouropei parké łi marcanti łi ghe magnava l’oro, fregoła dapò fregoła, łi prefariva łi skei-cauri (na raça de conkeje de l’Oçeano Endian) e co łi cauri no se skersava:

        http://4.bp.blogspot.com/-4je6U1Y_7Mk/UT4NbQGqVvI/AAAAAAAARTc/oY7Y1wN5mfM/s1600/CSC_0155.JPG
        http://www.filarveneto.eu/forum/viewtopic.php?f=44&t=55

        El vałor de łi skei de oro el jera l’oro memo e no on vałor połedego e nol dependeva da łi stadi ma dal marcà, no stemo far xmisioti co łi skei de carta, łi tenpi de jeri no łi jera coełi de ancó.
        Łe xeke de na olta no łe podea stanpar skei mati de oro, o el jera oro e oro bon parké del justo titoło o neca, te ghevi poco da skersar. Co łi skei de carta la xe tuta naltra roba e ła Banca Çentral ke stanpa skei ła pol farlo parké ła ga ła conçesion del stado e ła BCE ła ga el mandà de łi stadi ke costituise el’Ouropa, no ghè gowerni onbra sotani: Masonerie, Bildeberg, Triłateral, Ebrei, Ełoumenà, Tramaci segreti.

        file:///D:/Documents%20and%20Settings/Acer/Desktop/zannini_economia.pdf

        • Alberto Pento scrive:
        • daniele scrive:

          Alberto, sei forse il portavoce della BCE, del FMI? te rajoni fà £ori

          • Alberto Pento scrive:

            Daniel el scrive:

            La BCE stampa l’Euro. Quando lo Stato ne richiede, per es. 100, dà in contropartita alla BCE titoli di Stato
            (BOT, CCT ..) per il medesimo valore ma, nonostante ciò, la proprietà della moneta, per convenzione, rimane
            della BCE così lo Stato paga anche gli interessi, mettiamo il 5% per l’utilizzo della stessa.

            Non bisogna dimenticare che se la BCE stampa 100 ma già dal primo anno lo Stato diventa debitore ne suoi confronti di 105.

            Se lo Stato paga gli interessi passivi maturati, questi vengono sottratti dai 100 euro avuti che così facendo diventeranno 95 mentre i 100 della BCE diventano 105 grazie agli interessi maturati.

            Beh coesto no xe vero parké el prestito lè de 100 e no de 95 e co scade el debeto cogna pagar l’entarese e el capital come par tuti.
            Se a mi łi me presta 100 euri par on ano al 5% de entarese, a go ciapà 100 euri e a la scadensa go da tornarghe łi 100 euri pì łi entaresi del 5% = 105%.

  • daniele scrive:

    Alberto, dai che un po’ alla volta ci arrivi. Se in circolazione esistono 100 come faccio a restituirne 105? E’ tutto qui il discorso!

    • Alberto Pento scrive:

      daniele scrive:
      5 marzo 2014 alle 17:17
      Alberto, dai che un po’ alla volta ci arrivi. Se in circolazione esistono 100 come faccio a restituirne 105? E’ tutto qui il discorso!

      Coeło ca te ghè scrito nol ga gnente de sensà.

      Coando ke se va en banca a torse skei en prestio se ga da darghe en garansia beni come ła caxa, el capanon, titołi ke se pol ver come asion o altro e se no te ghè gnente te ghe da ver coalkedon kel garantisa par ti co łi so beni.
      Co scade el prestio se no te ghe łi skei da tornarghe te ghe làsi come pagamento i beni postà a garansia.
      No ghè tanti discorsi da far; łe robe łe xe senpliçi.

  • Alberto Pento scrive:

    Frottole e illusioni sul tema del signoraggio e della riserva frazionaria
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4N1N4c0c1UHB0Q2c/edit
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4N1N4c0c1UHB0Q2c/image?pagenumber=1&w=138

    Signorajo (signoraggio) e ła purpietà de łe banke
    http://www.filarveneto.eu/forum/viewtopic.php?f=94&t=595

    Sta kive ła me par na bona tratasion sol signorajo e so coeło ke goadagna co l’emision de łi skei le Banke Çentrałi e de consegoensa łi Stati o mejo el so Ministero de l’Ecognomia e de łe Finanse

    http://digilander.libero.it/togiga/signoraggio.pdf

    CARO SIGNORAGGISTA, IL VERO TRUFFATORE RESTA LO STATO

    http://www.lindipendenza.com/caro-signoraggista-il-vero-truffatore-resta-lo-stato

    Caro signoraggista, io non ti voglio male.
    So che ti sei convinto di essere vittima di una gigantesca truffa.
    E in gran parte ti do ragione. Ma ti voglio solo dire una cosa: tu sbagli bersaglio.
    Te la prendi con le banche, in particolar modo con le banche centrali.
    Ma possibile che non riesci a vedere che il vero truffatore è e resta lo Stato?

    Il signoraggio, da definizione enciclopedica, è il reddito che il governo ottiene tramite la creazione di nuova base monetaria in condizione di monopolio. Si chiama così, perché furono i signori feudali nel Medioevo ad arrogarsi il diritto di essere gli unici possibili coniatori di monete. Allora si parlava di monete d’oro e d’argento, la carta non c’era ancora. I signorotti di allora, dunque, si tenevano una parte dell’oro e dell’argento usato per coniare le monete.

    Oggi non si usa più né l’oro né l’argento. Ma il reddito da signoraggio si calcola nello stesso modo, con metodi riattualizzati: è la differenza fra i costi della stampa e gli interessi ricavati dai titoli acquistati in contropartita all’emissione di moneta. Chi ci guadagna è la versione moderna del signorotto feudale: il governo.

    E qui sarai tentato di rispondermi: è la banca che ci guadagna.
    No, caro mio.
    La banca centrale è solo uno strumento burocratico dello Stato.
    Niente altro.
    Non vuol dire niente il fatto che sia organizzata come una società privata.
    Anche le Fs sono teoricamente una Spa, ma sono e restano un ente statale. Anche negli Usa, la Federal Reserve è un ente solo teoricamente privato e indipendente. Ma è, a tutti gli effetti, una burocrazia pubblica. In Europa ci siamo fatti l’illusione che esista una banca (centrale europea) indipendente dai governi nazionali. Ma la sostanza non cambia: è un ente politico. Come credi che sia diventato Mario Draghi il suo presidente? Per carriera? Per merito? O per nomina politica? Forse non ti ricordi le battute al vetriolo nella lite a distanza fra il presidente francese (ormai ex) Nicolas Sarkozy e Silvio Berlusconi: litigavano sulla nomina del nuovo presidente della Bce, sui suoi vice e sui voti di scambio. Il reddito da signoraggio sul conio delle monete metalliche va ai singoli Stati membri europei. Quello sulle banconote di carta viene ripartito fra le banche centrali proprietarie della Bce. Ciascuna di queste, essendo un ente statale a tutti gli effetti, gira la stragrande maggioranza di questo reddito (nel caso della Banca d’Inghilterra, il 100%) al proprio Stato.

    Quindi, caro signoraggista, non capisco proprio quando tu mi parli di “governo delle banche”.
    Le banche sono parte integrante del governo.
    E sono sempre i governi gli unici che ci guadagnano dalla stampa di nuova moneta.

  • daniele scrive:

    Se le cose ti sembrano tanto semplici divresti aver capito già da un pezzo. Ma non è così. Devi capire che la gestione della difesa, delle relazioni estere, della giustizia e della moneta di uno Stato non possono essere delegate ad enti privati. Possono i cittadini di uno stato pensare di difendersi singolarmente in caso di attacco armato di un altro stato, o delegare qualche società privata a farlo? Possono pensare di trattare gli affari esteri singolarmente, ognuno per conto suo, con gli Stati stranieri o delegare qualche società privata per farlo? Possono pensare di affidare la Giustizia ad un ente privato? Per gli stessi motivi non possono i cittadini privatamente, uno per uno, prendere accordi per l’uso di monete personali e nemmeno delegare una società privata qual’è la BCE e quali sono Banca d’italia e tutte le altre banche secondarie di gestire la moneta.
    Queste funzioni, o sovranità, debbono necessariamente essere attribuite allo Stato inteso come organizzazione dei cittadini che condividono valori, obiettivi e progetti. Per questi motivi la moneta che ha un valore strategico enorme per una comunità in quanto può condizionarne il futuro, non può essere appanaggio di società private anche se di diritto “pubblico”, termine (pubblico) che tu stai confondendo con il termine statale, come la banca d’italia, una s.p.a. che assolutamente non è statale.
    L’affidare la moneta ad un ente privato che ha sempre come obiettivo l’utile per i suoi azionisti porterà inesorabilmente la comunità che ha rinunciato alla sovranità monetaria al disastro economico

  • Alberto Pento scrive:

    Caro Daniel

    e si ke si de la LIFE = Liberi Imprenditori Federalisti Europei
    e te si anca del Gowerno Veneto
    e te vurisi lebararte de la Talia
    però te vol el Stado Talian kel te difenda ma da ki?

    Pensa Daniel co xe rivà el stado saboiardo i veneti li ga scuminsià a morir e a migrar e pensa a la I Goera Mondial col stato Talian el ga desfà el Veneto e i Veneti e ti vurisi metartee star ente le man de sto boia!

    Ke oror Daniel!

    Ła barbarie de ła I goera mondial
    http://www.filarveneto.eu/forum/viewtopic.php?f=139&t=528

    [img]http://img690.imageshack.us/img690/7094/ghebatalega.th.jpg[/img]
    http://img690.imageshack.us/img690/7094/ghebatalega.jpg

    [b]Storia de ła prima goera mondial[/b]
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4NHo5Sk9HaHpXc2c/edit

    http://www.peacelink.it/storia/a/8229.html

    Fuxiłasion e teror ente ła prima goera mondial
    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4OGMxLUU4c3haY0U/edit

    https://docs.google.com/file/d/0B_VoBnRLQEo4OGMxLUU4c3haY0U/image?pagenumber=1&w=138

  • Alberto Pento scrive:

    Da coel ke a te scrivi par kel debeto piovego tałian no el sipia stà fato dai ladri tałiani, dai parasidi taliani, da łi priviłexà tałiani, da łe caste małefeghe tałiane, dai burocrati łaxaroni tałiani co ła broxa sol coło, da tuti coełi ke łi ghe ga magnà de sora par çincoant’ani co łe falbe pension de envaledetà, łe pension anteçepà, łe pension de oro, łe pension cee, łe pension tarocà, łe pension gonfià, …
    ma pararia kel debeto piovego tałian el sipia łomè colpa de łe banke, de on gran enbrojo de łe banke e sicome lè n’enbrojo de łe banke basta axerarlo scançełandoło e no pagando pì nesuni e drioman trasferir al Ministero de łe Finanse tałiane ła funsion de stanpar skei cusì el stado tałian nol garà pì cogno de finansiarse co łe banke ma el se finansiarà diretamente stanpando lù memo i skei, cusì no ghè sarà pì capitałi e gnanca entaresi da pagarghe a ste łaxarone de banke o a kikesipia e el debeto piovego nol ghe sarà pì.
    Tuti łi sarà contenti e no ghe sarà cogno gnanca pì de laorar, parké stanpando skei a maneta ghe ne sarà par tuti … ma cusì fando no ghe sarà gnanca pì coełi ke stanparà skei, ke farà el pan e ke portarà l’acoa … adio Nineta!

    • daniele scrive:

      Alberto, ti rifiuti di ragionare, ogni tuo pensiero sembra una provocazione e trai delle conclusioni che sono diametralmente opposte al mio pensiero e alla mia storia personale. Se non ti conoscessi personalmente, potrei pensare che tu sia un “troll” pagato dalle banche ma credo che non sia così. Comunque, dato il fatto che questa discussione sta coinvolgendo sterilmente solo noi due, mi asterrò dal rispondere ad eventuali prossimi tuoi interventi

  • GIORGIO da Casteo scrive:

    IL SIGNORAGGIO ossia LA GRANDE TRUFFA (di Azionisti e dello Stato). Del debito pubblico sono responsabili le banche tanto quanto l’intera partitocrazia italiana.La crisi, negli Stati Europei con i conti in regola, incide 2/3 in meno che da noi.Il debito ce l’ha l’italia verso tutti quelli che possiedono i suoi titoli di stato (banche e cittadini). DIMOSTRAZIONE : 1) Lo stato ha bisigno di 100 milioni di euro. Fa stampare queste banconote dalla banca centrale (BC) al costo di 0,03/100 euro (costo tipografico) 2) per avere il prestito l’italia deve emettere titoli (bot,cct …) che la BC riceve valutandoli all’85% (1^ truffa) 3) la BC (banca di azionisti privata) seguendo una tradizione aurea, ma dal 1929 cessata e per sfuggire alle tasse che le competono, mette a bilancio i 100 milioni come passivita’ (2^ truffa) 4) i titoli pagati all’85% poi la BC li vende a privati e banche commerciali per il valore scritto nel titolo ossia 100. Questa è la STRATEGIA a BENEFICIO degli AZIONISTI cioè mettere in bilancio un passivo che non esiste e non pagare le tasse. Ai portatori dei titoli in scadenza, maggiorati degli interessi, gli importi li pagano i cittadini (le banche autorizzate dallo stato) con le tasse.
    Oggi il SIGNORAGGIO crea solo miseria perche’ i 100 milioni vengono investiti,per buona parte,in Cina provocando da noi debito pubblico esponenziale e pressione fiscale elevatissima.Tutto questo è la causa di fallimenti personali ed aziendali con la fuga verso l’estero di chi puo’ e purtroppo di drammi sociali di cui i suicidi sono solo la punta della piramide. (GdC)

  • Alberto Pento scrive:

    Giorgio da Casteo

    a go comentà el to entervento kì:

    http://www.filarveneto.eu/forum/viewtopic.php?f=146&t=344&start=10

  • Alberto Pento scrive:

    Na scomoda veretà so l’euro
    http://www.youtube.com/watch?v=jCj0QPKR-1U
    No a ła soranedà monedara (nasional o statal) pa poder stanpar skei a maneta.
    L’Euro nol xe el mal, ansi.
    https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcRVFyaLXkWQYyZsB7UHKq1AKgkczx8kh9FqfAilEmFwWF49hHLW

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.