Login

Newsletter

  • Users 403
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Autovelox

Ridotte le multe stradali

Si potranno risparmiare fino a 2 euro!

Notizia importante perché ci rende ulteriormente consapevoli di quanto l’organizzazione di questo Stato rappresenti la parodia di una burocrazia ideale.

Si deve pensare che l’aggiornamento delle sanzioni stradali, previsto per legge (non si scherza!) deve avvenire ogni due anni e in misura pari all’intera variazione, accertata dall’ISTAT, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (media nazionale) verificatasi nei due anni precedenti.

Continua a leggere

L’Agenzia delle Entrate ci riprova

Ovviamente non si tratta di quella ufficiale ma di quella creata da hackers che ha lo stesso intento di quella ufficiale: quello di spillarvi soldi.

Cambia solo il metodo: l’Agenzia delle Entrate lo fa col sistema degli accertamenti e di notifiche legali mentre quella degli hackers lo fa infettando il vostro computer con allegati di posta elettronica che invia alla vostra casella per chiedervi poi un riscatto, quando l’apertura dell’allegato avrà mandato in tilt il vostro computer.

Continua a leggere

Multe autovelox, la speedy truffa

Speedy truffa, potrebbe essere la denominazione di un’operazione congiunta di tutte le procure d’Italia nei confronti dei Comuni che utilizzano autovelox non omologati (tutti!)

Tutti coloro che hanno pagato le multe autovelox senza opporre ricorso per la solita questione di convenienza perché il ricorso sarebbe venuto a costare più della multa, hanno la reale possibilità di chiedere il rimborso di quanto pagato.

E’ una prassi che può essere adottata per le multe autovelox non impugnate e pagate negli ultimi 5 anni e consiste in una richiesta di accesso agli atti da inviare al Comune e all’organo di polizia a cui fa riferimento la notifica del verbale; in questa si chiedono due cose: Continua a leggere

La vendetta dei tartassati

Come chiedere il rimborso delle multe per autovelox, pagate e non impugnate.

Che l’autovelox sia uno strumento usato impropriamente per rimpinguare le casse dei Comuni, è una questione assodata come lo è il fatto che questi sistemi metrici non possono essere utilizzati se privi di omologazione.

Si può tranquillamente ipotizzare che, su mille autovelox attivi sulle strade, nemmeno uno sia stato omologato perché, allo stato attuale, non esiste un Ente all’uopo predisposto ed il fatto, in conseguenza di un numero crescente di sentenze di condanna, va sempre più delineandosi come una colossale truffa perpetrata dai Comuni a danno dei tartassati automobilisti.

Da queste premesse scatta la vendetta dei tartassati. Continua a leggere

LIFE, lo spirito ribelle

Da 6 mesi non ci si incontrava..

L’ultima volta è stato il 15 gennaio che il Direttivo LIFE Treviso si è riunito e solo giovedì 25 giugno e, per le ovvie ragioni, ci risiamo incontrati.

Non c’era un ordine del giorno prestabilito ma era importante, dopo tanto tempo, incontrarci per uno scambio di opinioni, a ruota libera sul momento storico che stiamo vivendo.

Ed eccoci magicamente tutti d’accordo su questa strana pandemia pilotata ai fini di un esperimento sociale per testare il grado di sopportazione delle masse; dagli omicidi di Stato degli intubati al “consiglio” ministeriale di non eseguire le autopsie, al lockdown e alle sanzioni per chi lo ha “violato” ai quali consigliamo di non pagare perché ad agosto/settembre potrebbe accadere di tutto. Continua a leggere

La saga dell’automobilista

Autovelox, non solo i Comuni, ora ci si mette pure l’ANAS.

Mentre sempre più sono le sentenze che annullano i verbali rilevati con gli autovelox e sempre maggiori sono gli indizi che portano ad una vera e propria truffa nei confronti degli utenti della strada, per via degli autovelox privi di omologazione come già trattato qui https://www.life.it/1/71-km-h-invece-di-70-multa/  ci viene segnalata, da un agente di commercio, una situazione mai vista prima.

In quel famigerato sito di Fontaniva dove oltre all’ autovelox quasi sicuramente privo di omologazione come tutti gli altri, è presente una segnaletica verticale illeggibile perché consunta dal tempo, sembra volutamente non rimossa per ingannare gli automobilisti e incrementare il numero dei verbali.

Daniele Quaglia

Ecco cosa ci ha scritto il Sig. Bassi Continua a leggere

71 Km/h invece di 70: multa

Circolava alla velocità di 71 Km/h, superando di Km 1,00 la velocità massima consentita è quanto dichiarato nel verbale.

Quando al cittadino viene chiesto il rispetto delle norme, questi pensa che sia una cosa giusta e sia pure giusta la sanzione in caso di inosservanza perché fin da bambino, i genitori e la scuola lo hanno educato al rispetto.

Ma bambini lo sono stati anche i tutori dell’ordine quelli che spesso si ergono a impietosi giustizieri di chi viola le norme quando loro sono i primi a violarle dimostrando così una loro convinta diversità. Continua a leggere

Rottamare un veicolo con fermo amministrativo

E’ possibile rottamare un veicolo con fermo amministrativo in due casi:

  1. dopo aver pagato il debito che ha portato al fermo amministrativo;
  2. dopo aver certificato l’inidoneità del veicolo alla circolazione.

Nel primo caso non servono chiarimenti, ma, per quanto riguarda il secondo i chiarimenti ce li offre una circolare interna dell’ACI, la numero DSD/0011454/09 del 16/09/2009 che prevede la possibilità di rottamare “i veicoli soggetti a fermo amministrativo che abbiano subito danni ingenti o siano addirittura andati distrutti (ad esempio, incendi, incidenti stradali, calamità naturali, ecc.), è possibile effettuare la radiazione, a condizione che alla richiesta di radiazione sia allegata una dichiarazione di un’Autorità competente, attestante la non utilizzabilità del veicoloe dispone quanto “Si invitano gli Uffici Provinciali a fornire sul territorio adeguata assistenza e informazione agli operatori professionali relativamente alla materia in esame”.

Come muoversi in questo caso: Continua a leggere

Tutto sull’Autovelox

Tutto quello che c’è da sapere su questo strumento di tortura degli utenti stradali per meglio difendersi. Per rendere più agevole la lettura lo sviluppo delle argomentazioni è stato raccolto in distinti files. Continua a leggere

Cartella esattoriale nulla

Questi sono vari i motivi che rendono nulla una cartella esattoriale. Bisogna però sapere che in questo Paese, per fare valere la nullità è necessario ricorrere ad un giudice nei termini prescritti pena il rinnovo continuo del debito.

La Prescrizione è l’elemento più importante e si verifica quando tra la notifica della cartella e la successiva richiesta di pagamento, sollecito o pignoramento, è trascorso un determinato periodo di tempo che è di: Continua a leggere