Login

Newsletter

  • Users 90
  • Posts 867
  • Comments 1,210
  • Pages 9

Autovelox

Schiavi per Cartelle prescritte (seconda parte)

seguito di https://www.life.it/1/schiavi-per-cartelle-prescritte-prima-parte/

Schiavi e, come se non bastasse, dover pagare un avvocato per convincere un organo dello Stato (Tribunale, Commissione Tributaria, Giudice di Pace) ad annullare una cartella esattoriale che una Legge approvata dall’organo supremo di questo Stato, il Parlamento italiano, dichiara inequivocabilmente prescritta, quindi nulla, ma che altro organo, sempre di questo Stato italiano (Agenzia delle Entrate, Riscossione) contrariamente, ritiene legittima.

Ne consegue che le cartelle esattoriali prescritte in teoria non dovrebbero produrre alcun effetto, in pratica costringono il contribuente a ricercare l’aiuto di Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (prima parte)

Se un negoziante mette in vendita prodotti scaduti, che a malapena possono provocare un mal di pancia, rischia la galera per attentato alla salute pubblica nonché pesanti sanzioni, mentre il funzionario dello Stato che pretende il pagamento di debiti scaduti perché prescritti, cosa che ha già provocato la morte per infarto o il suicidio del contribuente raggiunto dalla notifica, non rischia alcuna minima sanzione.

Mentre i prodotti alimentari hanno una scadenza stampigliata sulla confezione che ne obbliga il commerciante al rispetto, i debiti fiscali che pure hanno una scadenza, non godono Continua a leggere

Il Paese delle truffe

Autovelox ed etilometro

Ogni Paese ha le sue caratteristiche e spesso è sufficiente citarle per intuire di quale Paese si sta parlando, in tal modo citando il Paese dei tulipani è facile comprendere che ci si riferisce all’Olanda, il Paese dei laghi alla Finlandia, il Paese dello champagne alla Francia, il Paese del ghiaccio all’Islanda …. ma il Paese delle truffe?

C’è da scommettere che se anche non esiste ufficialmente una simile citazione il pensiero corre immediatamente all’Italia.

D’altronde, da un Paese nato dalle truffe istituzionali dei plebisciti del 1860 non c’è da aspettarsi che sia diventato un simbolo dell’ onestà; infatti , a distanza di 160 anni la truffa si è radicata nel sistema amministrativo.

Etilometro e autovelox rientrano nell’annovero delle più redditizie truffe moderne che il Paese abbia escogitato e vediamo il perché. Continua a leggere

Pace fiscale, una condanna per snc e sas

Con la “ pace fiscale”, possibilità di chiudere amichevolmente il contenzioso con il fisco, ci sarà qualcuno che farà un grande affare, altri che ci rimetteranno solo le quote sociali e chi, pur trovandosi nella stessa situazione economica di questi, potrebbe rimetterci tutto, quote sociali e patrimonio personale perché i fondamenti della pace fiscale violano un principio fondamentale della Costituzione, quello dell’uguaglianza dei cittadini che all’Art. 3 della Costituzione sancisce: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione ……. di condizioni personali e sociali. E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando ….l’eguaglianza dei cittadini ……

Ma stando ai limiti imposti all’adesione della pace fiscale, i cittadini appartenenti ad una specifica classe sono discriminati nei confronti di tutti gli Continua a leggere

Dibattito LIFE su Etilometro e Autovelox

Giovedì 24 gennaio 2019 ore 19,45 presso il centro Don Ernesto Bordignon, in Via Bassano 16 a Castelfranco Veneto importante dibattito su Etilometro e Autovelox

Quando i cittadini sono vittime di macchine diaboliche quasi sempre gestite non in forma preventivo-educativa ma esclusivamente in forma  punitiva, la rabbia si accumula e prima o poi potrebbe sfociare in una protesta anche violenta.

Essere puniti per 1 (uno) chilometro oltre il limite di velocità o per un (uno) grammo di tasso alcoolemico  oltre i limiti prestabiliti, tramite il rilevamento con apparecchiature che molto spesso risultano irregolari , significa sconvolgere la vita anche di  cittadini fino ad allora ligi ai codici. Continua a leggere

Autovelox senza revisione: licenziamento in tronco

Ci segnala l’amico Giorgio Marcon la vittoria giudiziaria contro l’etilometro, causa in cui è stato consulente tecnico; i suoi rilievi hanno messo in evidenza la ritardata o mancata verifica dell’apparecchiatura e la vicenda, per il malcapitato automobilista accusato di guida in stato di ebrezza, si è conclusa con l’assoluzione.

Perché noi automobilisti abbiamo l’obbligo di rispettare adempimenti che Continua a leggere

Autovelox: multe tutte nulle

Intervista a Giorgio Marcon, consulente tecnico investigativo e inventore di una serie di prototipi che svelano i limiti nascosti delle apparecchiature usate

di Marina Crisafi – Le multe elevate con l’autovelox sono tutte nulle. Nessun apparecchio è infatti omologato. Lo sostiene Giorgio Marcon, consulente tecnico dell’Unione Nazionale Consumatori e di molti studi legali, inventore di sistemi di sicurezza in prevenzione su strada e sul lavoro, e membro del “Coordinamento nazionale per la sicurezza”.

Per l’esperto trevigiano autovelox (così come etilometri, photored, telelaser, ecc.) non hanno segreti. Marcon è riuscito a scovare i limiti costruttivi di ogni apparecchiatura e da anni ha ingaggiato una grande battaglia per provare definitivamente l’inattendibilità di tali strumenti, finita anche in tv su Le Iene per l’autovelox e su Report per l’inaffidabilità degli etilometri. Continua a leggere

Multe stradali: finita la pacchia?

I Comuni abituati a ripianare i debiti con le multe stradali dall’altro ieri dovranno rivedere questa loro strategia perché potrebbe riservare a questi un effetto boomerang proprio sui debiti.

Molti automobilisti che fino ad ora hanno preferito pagare un verbale di contravvenzione al CDS anche se presumibilmente illegittimo, lo hanno fatto per evitare spese legali in un eventuale ricorso mentre molti altri, che hanno vinto il ricorso, si sono accollati le spese dell’Avvocato con la solita clausola “spese compensate” ma, dopo l’ordinanza Continua a leggere

Sovrattassa per auto nuove: come sfuggirne

Qualcuno in campagna elettorale prometteva solennemente l’eliminazione delle accise sui carburanti già dal giorno dopo la sua elezione, e chi gli ha creduto lo ha votato.

E’ stato eletto ma di eliminare le accise non se ne parla più anzi, con la scusa dell’inquinamento da CO2, si vocifera in questi giorni di una nuova tassa per l’immatricolazione di nuove auto, calcolata in proporzione alla quantità di anidride carbonica emessa, minimo 150, max 3000 euro; incentivi, invece, per l’acquisto di auto non inquinanti.

Sarebbe un emendamento alla legge di bilancio a disporre e regolare la cosa e se ne saprà di più dopo la sua eventuale approvazione.

Per ora di certo c’è che, chi non vuole sottostare a questa ennesima Continua a leggere

Se la cartella esattoriale è prescritta

Succede sempre che, debiti esattoriali teoricamente prescritti da tempo, vengano riesumati dall’esattoria, Agenzia delle Entrate-Riscossione od altri, e rimessi in circolazione con le vesti di nuove cartelle esattoriali.

Questo succede quando il debitore, confidando nel buon senso, da per scontato che un debito fiscale o tributario prescritto venga cancellato automaticamente.

Il buon senso del padre di famiglia, spesso richiamato nelle norme del codice civile, non trova riscontro tra le norme tributarie che in questo senso hanno ben poco di civile.

Così, in barba al buon senso, il debitore è costretto ad assoldare un Continua a leggere