Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 927
  • Comments 1,281
  • Pages 9

battaglie LIFE

I Diritti umani violati da Mattarella e Costituzione

L’Italia viola i principi della Carta fondamentale dei Diritti dell’Uomo anche nel 71° anniversario dell’emanazione.

L’Italia è membro del Consiglio dei Diritti umani delle Nazioni Unite (*) ma a quanto pare di questi diritti non se ne fa una gran ragione.

E’ riduttivo parlare dei soli diritti umani enunciati nella Carta, perché nel corso del tempo altri diritti hanno acquisito tale nobiltà, promossi dalla consuetudine internazionale tra i quali, il più importante dei diritti attribuiti ad una comunità di esseri umani, un popolo, quello di auto decisione; in inglese self-determination e, in un italiano machiavellico, diritto di autodeterminazione. Continua a leggere

Carte di credito, ottimo affare per i ladri

Con le Carte di credito è come se viaggiassimo con tutti i nostri soldi in tasca con tutti i rischi che ciò comporta

Il contante che ci portiamo nel portafoglio normalmente costituisce una parte della nostra disponibilità liquida e in caso di furto, borseggio, smarrimento al massimo possiamo rimetterci il solo contenuto del portafoglio ma, per quanto riguarda le carte di credito spesso contengono l’intera nostra disponibilità e ,se queste cadono nelle mani di malintenzionati professionisti del crimine, c’è il pericolo di vedersi sottratte ingenti somme. Continua a leggere

Predicare male e razzolare peggio

Conte, Fico, Di Maio e Di Battista vantano una certa familiarità con l’evasione fiscale che, nei loro intenti, si prefiggono di combattere.

Un Governo ed un partito che potrebbero passare alla storia come quelli più intransigenti in tema di evasione fiscale, che continuamente associano a questo fenomeno il tintinnio delle manette ed evocano sanzioni a non finire, annoverano ai loro vertici personaggi che hanno dimostrato direttamente o Continua a leggere

Autovelox: 3 domande

La multa autovelox rilevata con apparecchio posizionato sulla corsia opposta al senso di marcia è valida?

Si, se la postazione è debitamente segnalata dal cartello di preavviso nella corsia interessata al rilievo; in mancanza della segnaletica la multa sarà nulla.

La Polizia ha l’obbligo di fermare gli automobilisti colti in eccesso di velocità con l’autovelox?

Nelle strade urbane la polizia ha l’obbligo di fermare il conducente nell’immediatezza della contravvenzione e in queste strade è illegittimo l’uso di autovelox fissi.

Nelle strade extra urbane od urbane a scorrimento veloce è possibile l’installazione di autovelox fissi e non Continua a leggere

Babbo Natale indy

Sei un indipendentista? A Natale regalati e regala il Manuale per l’Indipendenza del Popolo Veneto

Il diritto dei Popoli di decidere da sé, volgarmente chiamato diritto di autodeterminazione è sancito da poche norme riconosciute dalla comunità internazionale degli Stati; il suo esercizio non segue uno schema prestabilito e trova realizzazione nelle più disparate situazioni socio politiche.

Conoscere i pochi articoli della Carta ONU e dei vari Trattati internazionali, saperli enunciare a memoria, non significa avere acquisito la conoscenza di un diritto che si presta ad una continua evoluzione pur trovando la sua essenza in pochi, salienti presupposti. Continua a leggere

Fare e disfare: la repubblica di Penelope

Fare e disfare, quale sarà il fine ultimo di tutti i Governi che alternativamente fanno e disfano?

Il sistema di governo di questo Paese dovrebbe essere preso quale esempio di tutte le cose da non fare per amministrare bene uno Stato.

Oltre all’instabilità politica dovuta all’eccessivo numero di governi succedutisi nella breve storia di questa repubblica, 68 governi in 70 anni, questi sono fonte di instabilità economica perché concentrano le loro forze per cambiare le disposizioni approvate poco prima, dal governo precedente.

Così la storia del Paese si può sintetizzare in quella di un Paese che non progredisce per il continuo fare e disfare dei suoi governanti Continua a leggere

Rottamazione cartelle: non c’è 3 senza 4

Si parla insistentemente di una nuova rottamazione delle cartelle esattoriali, la quarta in quattro anni. Una telenovela!

Nonostante i governanti, a parole si dichiarino contrari ad un qualsiasi ipotetico condono, nei fatti si mostrano più accomodanti, spinti più da una fame insaziabile di soldi che dalla volontà di chiudere ogni contenzioso fiscale con i contribuenti; quasi volessero tenere costantemente aperta questa fonte di risorse che non può essere senza fine.

Chi non ha aderito alle tre rottamazioni precedenti può averlo fatto solo per due motivi: Continua a leggere

Il 70% va allo Stato

Altro che 40% di pressione fiscale in linea con la media europea

Quando troveranno il coraggio di dichiarare la vera pressione fiscale che in Italia grava sulle aziende, come da 25 anni LIFE denuncia, sarà per dichiarare il mea culpa dopo che anche le poche aziende rimaste saranno state costrette a soccombere.

Lo studio della Banca Mondiale, da poco pubblicato, attribuisce all’Italia una pressione fiscale del 59% sui redditi delle aziende, in aumento del 6% sull’anno precedente, aumento dovuto alla fine della decontribuzione totale per i nuovi assunti a tempo indeterminato. Continua a leggere

Lotteria degli scontrini slitta al 1° luglio 2020

Cambiando l’ordine dei governanti il risultato non cambia, proprietà invariantiva del governare in Italia

Gli sprovveduti che confidavano nell’entrata in vigore della tanto strombazzata lotteria degli scontrini a partire dal 1° gennaio 2020 e vedevano in questa la possibilità, se pur remota, di aggiustare le entrate della famiglia, rimarranno delusi dalla decisione di far slittare il tutto al 1° luglio 2020. Continua a leggere

Cartelle esattoriali: ottime notizie

Ottime notizie per i contribuenti, pessime per lo Stato che rischia di dire addio a quanto sperava di incassare da certe cartelle esattoriali

E’ difficile essere ottimisti, in questo Paese, per questioni che richiedono l’intervento di un giudice in quanto la marea di norme in cui la magistratura si trova a navigare rende sempre alquanto avventuroso qualsiasi percorso giudiziario, anche quello che poteva sembrare il più facile. Continua a leggere