Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 1,045
  • Comments 1,371
  • Pages 9

battaglie LIFE

Impedire la chiusura delle aziende!

Ma ce la mettono tutta per farci chiudere

Lavoro e politica, due mondi: il primo, positivo, basato sulla concretezza, il secondo, negativo, basato sulle intenzioni sono due mondi di segno opposto che smentiscono le leggi della fisica e anziché attrarsi, in Italia si respingono.

Burocrati e politici potranno mai far funzionare l’economia non conoscendo le caratteristiche del motore (le aziende) che la muove?

Di fronte alla disastrosa situazione economica che si sta prospettando interviene la signora Lagarde presidente della BCE con una sfilza di buone intenzioni: Continua a leggere

Coronavirus: salva la “madre” di Harry Potter

Ha eseguito ciò che anche noi consigliamo: contro i virus imparare a respirare correttamente.

Lo abbiamo pubblicato il 27 marzo e sostenevamo l’importanza di regolare il respiro e di aumentare le difese immunitarie, grazie alla maggior produzione di monossido di azoto, raggiungibile con tecniche di respirazione/yoga che non costano nulla, sono praticabili da tutti e possono salvare la vita. Continua a leggere

Pagare l’avvocato solo se vince

Chi ha avuto a che fare con l’avvocato (chi nella sua vita non ha mai vissuto questa esperienza?) si sarà chiesto più di qualche volta il motivo per il quale, vinca o perda, l’avvocato deve essere sempre e comunque pagato.

Altro che film americani dove gli avvocati si accordano per il pagamento a fine del loro operato e solo al raggiungimento di risultati positivi per il cliente! Continua a leggere

La truffa italiana dei plebisciti

Non solo il Veneto fu truffato, ma tutti i Popoli italici nel cui territorio si svolsero i plebisciti di annessione.

Questa volta parliamo dei due Plebisciti per l’annessione di Nizza e Savoia, allora piemontesi, alla Francia, organizzati dai Savoja quando il passaggio di proprietà di quei territori era già stato deciso, declassando i plebisciti da espressione di volontà popolare a pura formalità burocratica.

I fatti

Per ottenere l’aiuto di Napoleone III nella seconda guerra d’indipendenza contro l’Austria, Cavour accordò la cessione di Nizza e la Savoia, allora piemontesi, come contropartita nella speranza di riuscire a cambiare i termini del trattato in corso d’opera. Continua a leggere

L’autocertificazione predisposta da Vigni

Che l’autocertificazione sia più uno strumento di spavento, uno spaventa passeri, piuttosto che un atto da cui possano trarre origini sanzioni amministrative o penali, come abbiamo già visto qui https://www.life.it/1/lo-stato-autoritario-semina-vento/ ,è ormai assodato e per chi volesse ricorrere contro eventuali sanzioni, il percorso si presenta alquanto agevole. Continua a leggere

600 € per gli autonomi?

Se siete in estrema difficoltà e non avete pagato i contributi obbligatori 2019, ve li sognate i 600 euro!

Neanche a farlo apposta!

Solo ieri abbiamo preso in considerazione il pericolo che l’attuale situazione economica e lavorativa possa costituire un momento critico per gli autonomi più in difficoltà e possa ripetersi il tragico “rito liberatorio” dei suicidi e, per questo, abbiamo lanciato un monito allo Stato affinché gli aiuti siano concreti e non di facciata. Continua a leggere

SOS suicidi

Si stanno presentando le stesse condizioni socio-economiche che hanno portato troppi piccoli imprenditori veneti al suicidio: lo Stato intervenga.

L’ondata di suicidi che ha pervaso il Veneto fino ad un anno fa, ha un fattore comune: la solitudine di chi porta sulle sue spalle la responsabilità di un’azienda, delle famiglie dei suoi collaboratori, della sua stessa famiglia e il peso dei debiti che si accumulano quando gli affari vanno male.

Ora ci troviamo di fronte ad una emergenza generalizzata, con gran parte delle aziende chiuse che non lavorano, non producono, non consegnano, non incassano e non pagano.

I politici, di cui c’è poco da fidarsi, hanno promesso interventi a sostegno un po’ a tutti ma, allo stato attuale, nessuno ha potuto constatare la veridicità di ciò. Continua a leggere

Zaia, quelle multe da annullare

Fioccano multe anche entro i 200 m stabiliti da Zaia!

Cittadini che secondo le disposizioni di Zaia erano legittimati ad uscire di casa per una passeggiata, per una boccata d’aria, per una sigaretta rispettando il raggio di 200 metri dall’abitazione, sono stati ugualmente multati da tutori del disordine.

Siamo alle solite: prendi una multa del tutto illegittima e la prima cosa che ti senti dire è che puoi fare ricorso!

La stessa cosa l’ha fatta Zaia di fronte alle lamentele di chi è stato multato per essere stato sorpreso a fare una passeggiata entro i 200 fatidici metri rispettando le sue disposizioni: avete ragione, è stata la risposta, ma potete fare ricorso.

Caro Zaia, chi paga il ricorso? Continua a leggere

Principianti alla guida … del Paese

Nuova autodichiarazione scaricabile qui Modulo ultima versione 26 marzo 2020

E’ la quarta volta che il Ministero modifica il modulo di autodichiarazione, segno evidente dell’incertezza giuridica di tutto l’impianto dispositivo sul coronavirus.

Politici e burocrati non riescono a condensare correttamente i concetti dei provvedimenti restrittivi in un unico documento, ma hanno la pretesa che il cittadino comune sia in grado di comprendere più di loro, tant’è che nella dichiarazione da compilare, il cittadino dichiara di conoscere quanto disposto dagli artt. 1 e 2 del DL 25 marzo 2020 n.19, delle ulteriori limitazioni disposte dal Presidente della Regione e di conoscere le sanzioni previste dall’articolo 4 del DL 25 marzo 2020 n.19. Continua a leggere

Tribunale di Milano a fuoco

Trovato subito il responsabile!

Per la causa dell’incendio si ipotizza un cortocircuito causato da un sovraccarico ai sistemi informatici; questa è la versione ufficiale che circola ma, nel TG1 odierno delle 13,30, si è parlato di un impianto elettrico non a norma.

Se un tale evento avviene in un’azienda, tutti sanno con chi prendersela … naturalmente col titolare! Continua a leggere