Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,139
  • Comments 1,461
  • Pages 9

corruzione

L’anticorruzione corrotta

Nel Paese dei paradossi c’è da aspettarsi sempre di tutto ma, nonostante questa preventiva disposizione, certe notizie riescono sempre a stupire come questa relativa ad una funzionaria della Regione Calabria, tale Maria Gabriella Rizzo, all’epoca dei fatti responsabile anticorruzione della Calabria che è stata condannata alla pena detentiva di tre anni e 1 mese per corruzione e falsità ideologica. Continua a leggere

Guardie e ladri

Arrestati vice prefetto ed alti funzionari che in cambio di mazzette garantivano l’assunzione nei vigli del fuoco, polizia, carabinieri e guardia di finanza.

Essere stato un ladro aiuta non poco alla carriera di chi, abbandonate quelle vesti, si dedica a fare la guardia.

Non è un paradosso ma semplicemente la realtà che riguarda coloro che, per entrare a far parte delle forze dell’ordine, sono disposti a pagare la tangente a vice prefetti, funzionari ministeriali, graduati e quant’altro. Continua a leggere

Giudici corruttori

Può essere normale un Paese dove i giudici sono spesso al centro della cronaca nera per fatti di corruzione inerenti la loro funzione?

Le indagini a carico del capo dell’ANM (Associazione Nazionale Magistrati, il sindacato dei magistrati) Palamara, indagato per corruzione e per interferenze nelle nomine di altri magistrati non sono ancora terminate che un altro caso sale alla ribalta, anche se meno eclatante, quello del PM Capristo, della Procura di Taranto, ultimo arrestato in ordine cronologico con le accuse di truffa e corruzione Continua a leggere

Mafia, Stato e farmaci covid19

La Mafia decide i protocolli farmacologici per curare il covid19?

Si parla di mafia solo quando gli argomenti riguardano traffico di stupefacenti, intimidazioni ad imprenditori e commercianti, contrabbando, usura, riciclaggio … ma la mafia politica, quella che tra le altre cose è anche il collettore tra l’industria farmaceutica internazionale (la più grande industria al mondo) ed il sistema sanitario, che può determinare il successo di un farmaco inserendolo nei protocolli ufficiali, è la stessa Mafia, la medesima organizzazione strutturata in vari livelli o forma un gruppo indipendente?

Difficile da rispondere ma il metodo usato da entrambe è l’intimidazione: un classico mafioso. Continua a leggere

Il contante e la resa dei conti

La campagna contro il contante distoglie l’attenzione da chi non ha bisogno del contante per non pagare le tasse e lo fa nel modo più semplice e lecito che lor signori, i politici, hanno messo a disposizione di facoltosi privilegiati.

Hanno le loro sedi in Olanda o in Lussemburgo dove vanno conferiti gli utili delle attività produttive svolte in Italia e spesso questi utili, a completamento del loro vagabondare attraverso il globo, vanno “simbolicamente” ad approdare in sperdute isole dell’oceano.

Il portale Affaritaliani.it fa le pulci a cinque gruppi italiani, i più rilevanti, tra quelli che applicano sistematicamente la tecnica legale della delocalizzazione per non pagare le tasse (troppo alte) in Italia. Non si tratta di evasione, reato, ma di legittima elusione. Continua a leggere

Il 7% dei giudici è corrotto

Lo dice un magistrato, Nicola Grattieri, in prima fila contro la ‘Ndrangheta in Calabria, nel corso della trasmissione “In mezz’ora” condotta da Lucia Annunziata.

Perché lo farebbero?

Nicola Grattieri dice: grave, terribile, inimmaginabile, impensabile, anche perché guadagniamo bene. Io guadagno 7.200 euro al mese, si vive bene, quindi non c’ è giustificazione, non è uno stato di necessità, non è il tizio che va a rubare al supermercato per fame. Si tratta di ingordigia».

Può la semplice ingordigia, ci chiediamo, indurre alla corruzione il 7% dei giudici tradendo il giuramento (*) che hanno fatto compromettendo irreparabilmente la loro esistenza? Continua a leggere

Tengo famiglia

Perché non usare il potere istituzionale per fare i propri affari?

E’ la tentazione a cui funzionari pubblici (chissà quanti?) spesso non resistono, come nel caso di questo funzionario dei vigili di Roma (!) arrestato con l’accusa di corruzione.

Almeno due i fatti contestati: Continua a leggere

Gli 8 carabinieri inquisiti

Erano al libro paga della Camorra con uno stipendio fisso mensile, in più non disdegnavano lauti affari comprando villette costruite in zone vincolate per poi rivenderle e ogni domenica ricevevano in dono capretti, cesti di pesce, dolci artigianali, champagne e altri regali, tutto per coprire l’operato della cosca locale e passare informazioni su eventuali indagini. Continua a leggere

Corruzione per 8 carabinieri

In che mani siamo!

Otto carabinieri di Napoli sono accusati di omissione di atti d’ufficio e rivelazione di segreto, cinque di questi risultano agli arresti domiciliari, altri tre sono stati colpiti da provvedimento di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio per la durata di un anno. Continua a leggere

Video del magistrato che conta le mazzette: cosa dice Mattarella?

Tangenti, regali, week end in resort, sesso gratis: tutto frutto del secondo lavoro di un Giudice che invece di fare il Magistrato, riparava …. sentenze per gli amici

Dopo la Prefetto di Cosenza Paola Galeoni, caduta in trappola mentre il 30/12/2019 ritira una mazzetta di 700 euro, ora tocca ad un Magistrato, il Presidente di sezione della Corte d’Appello di Catanzaro, Marco Petrini da tempo osservato da telecamere nascoste posizionate nel suo ufficio. Continua a leggere