Login

Newsletter

  • Users 94
  • Posts 1,224
  • Comments 1,644
  • Pages 9

Archivi

default

L’impresa femminile

Come si rapportano le imprese gestite da donne, generalmente più sensibili ai problemi sociali e ambientali rispetto a quelle guidate da uomini, alla crisi provocata dall’emergenza più politica che sanitaria in questo periodo marchiato covid19.

Continua a leggere

L’Agenzia delle Entrate ci riprova

Ovviamente non si tratta di quella ufficiale ma di quella creata da hackers che ha lo stesso intento di quella ufficiale: quello di spillarvi soldi.

Cambia solo il metodo: l’Agenzia delle Entrate lo fa col sistema degli accertamenti e di notifiche legali mentre quella degli hackers lo fa infettando il vostro computer con allegati di posta elettronica che invia alla vostra casella per chiedervi poi un riscatto, quando l’apertura dell’allegato avrà mandato in tilt il vostro computer.

Continua a leggere

Con le pezze al culo

Italia, un Paese che si vanta di appartenere al G20 (gruppo dei 20 Paesi al mondo economicamente più evoluti) ma è quello che in materia di assistenza all’economia come stimolo ai contraccolpi delle sue restrizioni imposte per contrastare “l’incubo covid19”, ha disposto le misure economiche più vacue ed inefficaci.

Ci tamburano ossessivamente su nuovi lockdown, tentano di tranquillizzarci promettendo aiuti economici a iosa, ma il fatto essenziale è che ci sono ancora 17.000 aventi diritto alla Cassa integrazione che dall’inizio della “crisi pandemica” non hanno ancora ricevuto un contributo; aspettano e sperano di tirare a campare …. a pane ed acqua. Continua a leggere

Un futuro difficile

In cinque anni sono calate di 80.000 unità le imprese under 35

I giovani rappresentano il futuro e garantiscono la continuità di un sistema sociale; i giovani imprenditori, gli under 35, rappresentano il futuro e garantiscono la continuità del sistema economico che sostiene il sistema sociale.

Il fatto che il numero di imprenditori under 35 sia calato di 80.000 unità nel corso degli ultimi cinque anni è un pessimo segnale che la politica, questa mala politica, non ha ancora intercettato e non si pone minimamente il problema. Continua a leggere

Chi la dura la vince

Buone notizie per chi non ha pagato, nel corso degli anni, cartelle esattoriali.

L’Agenzia delle Entrate ha dichiarato praticamente inesigibile il 96,6% di tutte quelle cartelle mai riscosse che si sono accumulate negli anni formando il conto residui.

Il conto totale di queste cartelle ammonta a 774 miliardi di €, fino ad ora mai riscossi e teoricamente esigibili ma che per vari motivi, fallimenti, decessi e cessazione di attività, l’Agenzia delle Entrate – riscossione considera quasi totalmente inesigibili; di questi, solo 25 miliardi – cioè il 3,4% del conto residui – potrebbero essere ancora riscossi attraverso le azioni di recupero coattivo intraprese dal Fisco. Continua a leggere

Abbigliamento in crisi

Ci danno da intendere che c’è una significativa ripresa delle attività produttive ma i dati sui consumi rivelano, in controtendenza, che la gente spende sempre meno.

Il settore commerciale più colpito è sicuramente l’abbigliamento che secondo l’ISTAT, nel mese di luglio 2020 ha segnato un crollo delle vendite del -30% rispetto a luglio 2019.

Il settore della moda è stagionale, soggetto a cicli semestrali: quello produttivo è in anticipo di sei mesi rispetto a quello commerciale vale a dire che chi produce capi per la primavera-estate 2021 lo sta facendo ora per le consegne ai negozi che inizieranno a gennaio fino a metà primavera 2021. Continua a leggere

La Svezia non si è fermata, ora corre

Il virus non l’ha mai fermata: fabbriche, negozi, scuole … tutto aperto e il vantaggio psicologico legato alla serenità da parte delle persone all’idea di uscire di casa, andare al lavoro e fare shopping, ha contribuito ad un bilancio sostanzialmente positivo.

Le vittime, in proporzione, sono state più che nei Paesi confinanti, Norvegia e Danimarca, ma molto meno, sempre in proporzione, rispetto a Italia, Francia e Gran Bretagna. Continua a leggere

Titoli di Stato: una tragedia

E’ ciò che pensa Rocco Casalino, consigliere di Conte. (come dargli torto?)

Proferite da un qualsiasi cittadino queste parole non avrebbero alcun effetto, ma dette dal consigliere politico di Conte, Rocco Casalino, hanno una pesantissima rilevanza.

Non ci interessano le sue discutibili scelta di vita sentimentale ma il suo pensiero, riportato dal portale DAGOSPIA e dal Fattoquotidiano che riprendono le dichiarazioni del suo fidanzato cubano rilasciate a Repubblica, che non può passare inascoltato perché esprime un sentimento di profonda verità. Continua a leggere

Settimana lavorativa corta?

Ci vogliono tutti poveri per meglio disporre della nostra volontà

L’emergenza covid ha mandato in crisi il mondo del lavoro; per far lavorare tutti, anche quelli che lo perderanno, ci sono proposte per la riduzione dell’orario settimanale in modo da offrire a tutti la possibilità di lavorare: lavorare meno per lavorare tutti.

Non si tratta di una novità, è una proposta che di tanto in tanto riaffiora un po’ in tutto il mondo occidentale e che spesso, singolarmente ogni cittadino vaglia per le esigenze della sua famiglia. Continua a leggere

Se chiudi ti compro

Non è il motto della Mafia ma il libro profetico di Antonio Misani, vice ministro dell’economia e delle finanze che con le sue recenti dichiarazioni ha oltraggiato milioni di Partite IVA dimostrando una formazione mentale che si credeva oramai estinta ma che lui ha rivelato ancora strisciante in certi ambienti politici di potere.

“In questo Paese bisogna iniziare a dire che le imposte vanno pagate perché servono a finanziare i servizi essenziali. E non credo che le partite Iva stiano peggio degli altri. Abbiamo già concesso rinvii, aiuti e sgravi, dunque presentarci come arcigni nemici dei contribuenti è una caricatura. Ed è chiaramente strumentale da parte delle opposizioni”.

Queste sue affermazioni non meritano una risposta: è già molto eloquente il suo curriculum politico: Continua a leggere

Commenti recenti