Login

Newsletter

  • Users 87
  • Posts 774
  • Comments 1,129
  • Pages 9

default

Lavoratori autonomi e rischio di perdere casa e famiglia

Chi ha intenzione di intraprendere un’attività autonoma sappia che questa ha la capacità di condizionare in bene o in male, tutta la sua vita, cosa risaputa da chi ha già un’attività ma non trova il tempo di affrontare il problema della forma societaria che gli permetta di mettere al riparo, da eventuali disavventure imprenditoriali, i suoi beni e di garantire un lieto vivere di tutta la sua famiglia.

Ecco i vari tipi di società esistenti : Srl, Spa, Sapa; Snc, Sas, Società semplici, le loro principali caratteristiche e quale tipo conviene di più.

ATTENZIONE: quasi nessuno ti dirà che è possibile operare in Italia con una società anonima costituita all’estero e che questa è la migliore forma per non rischiare i tuoi beni (vedi http://www.life.it/1/fare-impresa-senza-rischiare-la-casa-in-attesa-di-una-repubblica-veneta-indipendente/ )

Avrai certamente sentito parlare di società di persone e società di capitali Continua a leggere

Da CERCASI operai/apprendisti a VENDESI o AFFITTASI

Fino agli anni ’80 gli unici cartelli che si vedevano esposti davanti alle aziende erano quelli di ricerca operai ed apprendisti ed erano indice di benessere ma da lì in avanti questi hanno lentamente lasciato il posto a quelli di VENDESI, ATTITTASI che hanno contaminato anche negozi, appartamenti, condomini e villette contrassegnando il periodo che stiamo vivendo come un periodo di desolazione e povertà. Ne da buona testimonianza  Eugenio Benetazzo con questo saggio dal titolo VENDESI AFFITTASI (DQ)

Se seguite i media italiani, soprattutto quelli asserviti alla propaganda del regime, avrete notato come siano diventate sempre più ridondanti le notizie che incensano l’attuale governo e quello precedente per i straordinari risultati raggiunti in termini di crescita economica. Quest’anno infatti l’Italia cresce con vigore e propulsione degna di qualsiasi economia avanzata in buona salute. Sul fatto che l’Italia cresce in termini quantitativi non vi è dubbio, il PIL infatti per quest’anno è stimato a consuntivo a 1.4% addirittura qualcosa di più di quello che era previsto ad inizio anno. Merito ovviamente dei vari Renzi, Padoan e Gentiloni, ma soprattutto delle varie riforme strutturali che sono state fatte in questi ultimi tre anni. Se invece analizzate questo dato in ottica aggregata sui dati macro europei emergerà un’amara sorpresa. L’Italia è penultima nella classifica Continua a leggere

Imprenditori suicidi, non dimentichiamoli

Fabio Fontana, 53 anni, suicida il 4 gennaio 2018, Marvin Proshka, 31 anni suicida il 5 gennaio ……….  aiutateci a tenere questa rubrica http://www.life.it/1/suicidi/ aggiornata per evitare che il loro sacrificio sia vano e perché sono sicuramente molti più dei 203 menzionati in questo sito, gli Artigiani, commercianti, liberi professionisti veneti, che sono morti e continuano a morire a causa della crisi economica che non da tregua ai piccoli imprenditori, abbandonati a se stessi e privi di paracaduti sia sociali che economici.

Sono gli unici in Italia, in grado di garantire eventuali debiti dell’azienda col patrimonio personale; la prospettiva di ritrovarsi con un Continua a leggere

La povertà è in mezzo a noi

La povertà è in mezzo a noi ma è tenuta nascosta dalla fiera dignità delle nostre genti.

Ricordo quando da bambino, di tanto in tanto sulla soglia di casa si affacciava qualche poveretto a chiedere la carità, fatto abbastanza frequente nel dopoguerra: mamma o nonna mi affidavano una monetina da consegnargli e questi rispondeva con un cenno di gratitudine.

Ieri, domenica 15 ottobre dell’anno di grazia 2017 qualcuno ha suonato al cancello e non conoscendolo gli sono andato incontro.

Era una donna, dignitosamente vestita e curata, senza evidenti segni di vizi: tutti i denti Continua a leggere

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Eurodisastro

Sempre più imprenditori e gente comune si rendono conto che i grossi problemi delle imprese e di riflesso di tutta l’economia, sono iniziati con l’avvento dell’euro!

Di questo passo rimarranno i soloni della collusa politica, della burocrazia parassitaria e della finanza complice, gli unici sostenitori di questo piano di annientamento della civiltà europea. Nemmeno ai piedi della forca che li giustizierà, questi avranno mai l’umiltà di riconoscere i crimini, generati dal loro sostegno e dall’imposizione del sistema euro e, di questi, chiedere perdono (Daniele Quaglia)

Ecco la lettera di un imprenditore brianzolo, nel giorno dell’avvio ufficiale della Brexit. Continua a leggere

Uno Stato estorsore, parola di Luciano Dissegna

(Video) Lucino Dissegna ex funzionario dell’Agenzia delle Entrate ci va giù pesante sul sistema fiscale e sugli abusi che molto spesso i funzionari del fisco e di Equitalia commettono a danno dei piccoli imprenditori. La questione, però, non è burocratica ma politica perché è la politica che emana le norme e la politica nulla fa contro i grandi gruppi imprenditoriali monopolizzanti gli appalti pubblici che generano tangenti e corruzione, atti  prodromici della grande evasione fiscale di cui essa stessa, la politica, è attore principale. Questo e tanto altro in questa videoregistrazione da Continua a leggere

Facciamo fallire l’Italia

Non è una provocazione la voglia di far fallire questo Paese ma è la più che razionale e condivisibile tesi del prof. Enrico Colombatto, docente di economia all’Università di Torino, intervistato dal nostro amico Leonardo Facco per la testata on line Miglio Verde. Buona Continua a leggere

Risposta a “Per chi fate tutto ciò?”

Cara XXXXX, comprendo il tuo stato d’animo che spesso è anche il mio e la situazione che stai vivendo la stanno vivendo anche i miei, uno in particolare.

Spesso mi domando come sarebbe potuta essere la mia vita senza invischiarmi in LIFE che ha stravolto quella che poteva essere una vita normale in una famiglia normale.

Ma cos’è la normalità? Il vivere sereno?

Sono figlio di artigiani che dopo la guerra si son dati daffare per creare prospettive di vita migliori per loro, per la nostra famiglia e indirettamente per quella dei collaboratori che trovavano lavoro nella nostra azienda.

Fatti salvi gli anni 50 e 60 dove vigevano norme più umane che ti consentivano di concordare il reddito direttamente con il funzionario delle “tasse” dell’ufficio ….. non ricordo il nome che comunque non era di certo Agenzia delle Continua a leggere

Per chi fate tutto ciò?

Merita pubblicazione questa accorata   mail di una giovane imprenditrice cresciuta fin da bambina in ambiente LIFE. Le perplessità che si pone sono le stesse che di tanto in tanto, ci assalgono anche noi, vecchi militanti, e soprattutto sono condivise dai nostri famigliari che spesso, come Lei, ci rinfacciano la cruda realtà. Ma è proprio vero che casa, Chiesa (in senso metaforico!) e famiglia   possono garantire in se il piacere di vivere, l’estrema gioia, pur concedendoci come vittime sacrificali agli assalti delle  bande criminali di politici e affaristi che hanno interesse opposto al nostro benessere anche spirituale?

La risposta al prossimo post. Daniele Quaglia

Ciao Daniele,

E’ da un po’ che ci penso, se scriverti o fare a meno.

Solitamente destino il mio tempo alle cose ed alle persone che contano e che hanno un valore nella mia vita, perchè sono un modello, uno stimolo o semplicemente perchè voglio loro bene… e spero che questa premessa sfati qualsiasi pregiudizio o fraintendimento.

Mi rivolgo a Daniele, perchè da lui ricevo le mail di “Life”, ma scrivo anche a Fabio perchè lo stimo e so quanto ama la sua famiglia.

Ero piccolissima e sentivo parlare di Life, Quaglia e Padovan, Lega.

Ero adolescente e sentivo parlare di Continua a leggere