Login

Newsletter

  • Users 88
  • Posts 787
  • Comments 1,138
  • Pages 9

lavoro

Illuminante esempio di un imprenditore di sinistra

Dedicato a chi considera l’azienda la sua famiglia.

Lui si chiama Mauro Laus e oggi è un Senatore del PD ma nella sua esperienza lavorativa, prima della svolta politica, ha avuto la disavventura di fare l’imprenditore.

Un imprenditore un po’ atipico, per la realtà, in quanto dal 1996 al 2014 ha presieduto una cooperativa di servizi di Torino, la Rear che forniva lavoratori per il controllo delle sale cinematografiche, l’accoglienza e la biglietteria.

Fino a qui nulla di strano, nemmeno sul fatto che i suoi lavoratori abbiano intentato causa alla coop per il Continua a leggere

Licenziamento per troppe assenze da malattia

Sembrerebbe un provvedimento disumano ma è previsto dalle legge e dai Contratti nazionali del lavoro e può essere adottato qualora le assenze da malattia superino il termine indicato che va sotto il nome di “comporto”.

Questo periodo di “comporto” previsto dalla legge, per gli impiegati è di 3 mesi di assenze/anno se la loro Continua a leggere

L’etilometro non dice la verità

Da un recente convegno ACI in tema di sicurezza si è ribadita la necessità che gli etilometri siano adeguatamente sottoposti a verifiche, calibrazioni e manutenzioni quanto meno annuali pur mantenendo un grado di errore dallo 0 al 16% in quanto estremamente sensibili alla temperatura esterna, umidità, nebbia e altri fattori atmosferici e climatici, oltre che ad essere soggetti ad un invecchiamento dichiarato del 2% mensile.

Ma essendo sensibili anche a sostanze contenute in solventi, in prodotti industriali o in altri gas presenti Continua a leggere

I cinesi che comperano tutto

Arrivano qui, a malapena parlano qualche parola, comperano case, capannoni, bar e ristoranti; viaggiano in Audi o Mercedes ultimo modello; nei capannoni dove lavorano, l’orario di attività è allungato dalle 8 del mattino alle 10 di sera, senza significative soste giornaliere ma quattro brevi breck per consumare in piedi e coi bastoncini in mano, quattro pasti caldi; niente chiusure festive e prefestive; ferie obbligate solo perché i committenti italiani chiudono; chissà se vengono erogati tredicesima, ferie, straordinari e TFR.

Poi cessano l’attività e si spostano mentre dove hanno chiuso, per anni continuano ad arrivare raccomandate dall’INPS, dall’Agenzia delle Entrate, dal Comune, dall’INAIL sempre nella stessa cassetta Continua a leggere

La truffa naviga con la fattura elettronica

Dopo poco più di un mese dall’entrata in vigore della fattura elettronica ecco le prime crepe sul sistema di sicurezza.

Si tratta di dati sensibili che per la verità potrebbero non essere inseriti nella fattura ma che molti hanno ritenuto doveroso inserire.

Tra questi il Codice IBAN che dovrebbe permettere i pagamenti delle fatture in maniera più diretta.

La denuncia è del sindacato dei Commercialisti dopo numerose segnalazioni ricevute dalle banche. Continua a leggere

Pace Fiscale: LIFE ha ragione

Abbiamo detto che la pace fiscale, così com’è, sarebbe la rovina per le società di persone condannate a pagare per intero i debiti delle cartelle esattoriali sia col capitale della società che col patrimonio dei soci essendo questi illimitatamente obbligati. (vedere qui https://www.life.it/1/pace-fiscale-e-discriminazione/ )

Quindi, mentre le persone fisiche potranno godere di sconti fino all’85% sul debito ed i soci di società di capitali rimetterci al massimo le quote di capitale versato, nelle società di persone (snc e sas) il debito viene trasferito ai soci, persone fisiche che a differenza Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (seconda parte)

seguito di https://www.life.it/1/schiavi-per-cartelle-prescritte-prima-parte/

Schiavi e, come se non bastasse, dover pagare un avvocato per convincere un organo dello Stato (Tribunale, Commissione Tributaria, Giudice di Pace) ad annullare una cartella esattoriale che una Legge approvata dall’organo supremo di questo Stato, il Parlamento italiano, dichiara inequivocabilmente prescritta, quindi nulla, ma che altro organo, sempre di questo Stato italiano (Agenzia delle Entrate, Riscossione) contrariamente, ritiene legittima.

Ne consegue che le cartelle esattoriali prescritte in teoria non dovrebbero produrre alcun effetto, in pratica costringono il contribuente a ricercare l’aiuto di Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (prima parte)

Se un negoziante mette in vendita prodotti scaduti, che a malapena possono provocare un mal di pancia, rischia la galera per attentato alla salute pubblica nonché pesanti sanzioni, mentre il funzionario dello Stato che pretende il pagamento di debiti scaduti perché prescritti, cosa che ha già provocato la morte per infarto o il suicidio del contribuente raggiunto dalla notifica, non rischia alcuna minima sanzione.

Mentre i prodotti alimentari hanno una scadenza stampigliata sulla confezione che ne obbliga il commerciante al rispetto, i debiti fiscali che pure hanno una scadenza, non godono Continua a leggere

Recessione: avanti un’altra

Non abbiamo fatto in tempo a godere di qualche anno di apparente calma economica e già si prospetta un nuovo ciclo di recessione mondiale che i politici tendono a minimizzare ed esorcizzare con massicce dosi di ottimismo. Ma basterà l’ottimismo a fermare la curva discendente dell’economia mondiale ed evitare lo stillicidio di aziende che chiudono o quello dei piccoli imprenditori impreparati al Continua a leggere

Il Conto corrente in rosso

Può essere chiuso?

E’ la domanda che spesso si pone chi si trova nell’impossibilità di rientrare ma vorrebbe quanto meno bloccare il continuo aggravarsi del rosso che spese, interessi passivi e tasse continuano ad alimentare.

La risposta è si e anche se il correntista dovesse incontrare resistenze da parte dei funzionari della banca che eventualmente richiedessero il preventivo ripianamento del debito, deve sapere che costoro sono tenuti a dare esecuzione al suo Continua a leggere