Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,183
  • Comments 1,524
  • Pages 9

popolo veneto

Piave

Sebbene esista una Repubblica Italiana, questa espressione astratta non è la mia Patria. Noi Veneti abbiamo girato il mondo, ma la nostra Patria, quella per cui, se ci fosse da combattere combatteremmo, è soltanto il Veneto. Quando vedo scritto all’imbocco dei ponti sul Piave fiume sacro alla Patria, mi commuovo, ma non perché penso all’Italia, bensì perché penso al Veneto. Continua a leggere

Autogoverno = autonomia ≠ indipendenza

Autogoverno e autonomia, due facce della stessa medaglia; due modi per esprimere lo stesso concetto, fatto che non giova alla chiarezza.

Nella Carta Atlantica e nella Carta ONU (artt. 73 e 76) viene citato il termine “self-government” che in origine, nel diritto inglese, rappresentava la facoltà concessa agli enti locali di amministrarsi autonomamente. Continua a leggere

Tributo a Giorgio Gasparini

Bandiera LIFE, bandiera di San Marco e saluto al grido ” … par tera, par mar ….”.

Giovedì 27 agosto, a Castelfranco abbiamo salutato Giorgio Gasparini come merita chi ha dedicato gran parte della sua vita all’indipendenza del Veneto: alla partenza dell’autobara diretta al forno crematorio, abbiamo formato un picchetto di otto indipendentisti con bandiera LIFE e bandiera di San Marco che ha sorpreso tutti i presenti al grido di “ Par Giorgio: par tera e par mar … San Marco, par tera e par mar …… San Marco, par tera e par mar ………… San Marco”. Continua a leggere

Autonomi, il capro espiatorio

L’economia va male? Le tasse sono troppo alte? Mancano i servizi? Colpa degli autonomi, artigiani, commercianti, liberi professionisti che evadono le tasse!

Per ogni cosa che non va bene in questo Paese c’è un solo e unico colpevole, gli autonomi che ogni anno evadono 100 mld di euro di tasse!

Ma c’è un costo occulto, quello della inefficienza della Pubblica Amministrazione, che grava sull’economia più del doppio dell’evasione fiscale.

Fate tesoro della tabella qui sotto riportata! Continua a leggere

Tutti in Piazza San Marco

Sabato 21 novembre 2020 ricorre la festa della Madonna della Salute

Per i veneziani è una delle più grandi feste; commemora la fine della pestilenza del 1630-1631 a cui i veneziani hanno dedicato il Santuario edificato in ringraziamento alla Madonna omonima.

Al giorno d’oggi, in cui le massime autorità ecclesiastiche invocano la vaccinazione per tutti, allora era la preghiera l’unico antidoto alle avversità e i risultati non erano dissimili dagli attuali, segno di una grave miscredenza dei vertici spirituali della chiesa.

Il 25 aprile, festa di San Marco, il sistema politico italiano ha inventato il lockdown per chiuderci tutti illegittimamente in casa e vietarci l’accesso alla nostra Piazza per eccellenza. Continua a leggere

Indipendenza: la vogliamo o no?

Le norme internazionali sono chiare, l’Italia è fuori legge; diamoci una mossa, non perdiamo tempo con le elezioni

A proposito di trattati internazionali, niente popò di meno che la Corte Costituzionale ha riconosciuto, con sentenza n. 49/1979, che le norme internazionali hanno una prevalenza differenziata sulle norme interne, in ragione di :

1) Se le norme internazionali sono entrate in vigore prima della proclamazione della Costituzione queste prevalgono su tutte le norme interne compresi i principi fondamentali della stessa Costituzione;

2) Se le norme internazionali sono entrate in vigore dopo la proclamazione della Costituzione queste hanno prevalenza su qualsiasi norma interna fatta eccezione per i principi fondamentali della Costituzione. Continua a leggere

Decidere da sé – self determination

Il diritto dei Popoli di decidere da sé, impropriamente chiamato autodeterminazione, secondo la gran parte dei giuristi di diritto internazionale, contempla la secessione.

L’Italia ha aderito all’ONU sottoscrivendone i principi, ivi compreso il riconoscimento del diritto dei popoli di decidere da sé (selfdetermination-autodeterminazione) enunciato negli articoli 1.2 e 55 della Carta ONU promulgata il 26 giugno 1945 ma nella sua Costituzione, promulgata il 27 dicembre 1947, l’Italia contraddice questo principio all’Art.5 che costituisce uno dei 12 principi fondamentali di questa, dichiarando la Repubblica una e indivisibile. Continua a leggere

5 vie per l’indipendenza del Popolo Veneto

DOCUMENTO INTEGRALE. Esaminiamo le 5 strade percorribili per arrivare all’indipendenza del Popolo Veneto.

1) Costituzione di un movimento col rischio che si impantani nella corruttela politica italiana come costantemente avvenuto;

2) Disobbedienza civile che contempla l’obiezione fiscale che a parole attira ma che nella realtà, la maggioranza rifugge;

3) Rivolta armata che presuppone quantomeno gruppi armati organizzati, finanziati e un supporto internazionale; Continua a leggere

Cinque vie per l’indipendenza: 5) la via del diritto internazionale

Quinta via: La via del diritto internazionale dando mandato a titolati studi professionali di diritto internazionale per rivendicare il diritto del Popolo Veneto di decidere da sé ed incriminare lo Stato italiano per violazione della Carta ONU e della Carta dei Diritti Umani.

E’ la strada fino ad ora mai considerata e quella che potrebbe essere facilmente percorribile visto che non serve una partecipazione attiva del Popolo Veneto, se non per esprimere il suo consenso all’indipendenza e incaricare un soggetto, con riconosciuta personalità giuridica internazionale, di contattare uno Studio esperto in questioni internazionali tra Stati, Diritto dei Popoli e/o diritti umani; meglio se fuori dall’Italia, in uno dei pochi Paesi più sensibili all’argomento. Continua a leggere

Cinque vie per l’indipendenza: 4) referendum

Quarta via, La classica via del referendum popolare, della dichiarazione di indipendenza, di un supporter internazionale e di un popolo disposto a difendersi anche combattendo se ce ne fosse l’esigenza.

Il Referendum popolare è via obbligata in quanto la Comunità internazionale da molta importanza alla legittimazione popolare dei soggetti che rivendicano l’indipendenza.

In tutti i processi di autodeterminazione dei popoli il referendum popolare ha costituito l’elemento essenziale e nessun popolo ha raggiunto l’indipendenza senza prima aver dato mandato a qualcuno di rappresentarlo, anche quando veniva rivendicata la sovranità popolare come in Lituania e in Crimea. Continua a leggere