Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,135
  • Comments 1,459
  • Pages 9

popolo veneto

Legge 881/77 non prevede l’autodeterminazione

Molti continuano, erroneamente, a far riferimento a questa Legge per rivendicare l’indipendenza.

Cerchiamo di sfatare, una volta per tutte, il mito popolare secondo cui appellarsi alla legge 881/77 sia garanzia per risolvere la questione indipendentista veneta.

La Legge 881/77 è un dispositivo di ratifica approvato dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica italiana che incaricavano il Presidente della Repubblica a ratificare specifici atti internazionali. Continua a leggere

L’app. “immuni” va “in mona”

L‘autodeterminazione esercitata dai Popoli Ligure, Pugliese, Abruzzese e Marchigiano manda “in-mona” il progetto “immuni”.

Controllare tutti e tutto era il progetto dell’app. “immuni” proposto ai cittadini come estremo baluardo al contagio del pseudo killer covid19 che sempre più si rivela una bufala pandemica.

Il popolo, che questa volta aveva la possibilità di scegliere liberamente, ha esercitato il suo diritto alla libertà e non ha accettato l’invito di scaricare in massa l’applicazione “immuni”, proposta dai satrapi al potere come test, ai cittadini di quattro regioni, Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche, con fini di esercitare su questi il controllo assoluto. Continua a leggere

Veneti, kusì no ghe ne ‘ndemo fora

Un Popolo Veneto indipendente e sovrano? Una Repubblica Veneta come continuità in un nuovo Stato?

Serve una rivoluzione e, premesso che le rivoluzioni partono dal basso non dalla maggioranza ma pur sempre da una minoranza, resta da stabilire se la minoranza indipendentista veneta abbia la forza di trainare la massa ondeggiante dei Veneti in balìa di compromessi politici, tra proposte di indipendenza ed offerte di autonomia, che risultano a favore di uno Status quo della Repubblica italiana. Continua a leggere

La mascherina come il burka

Dalla mascherina al burka il passo è breve: testato il grado di tolleranza dei popoli si potrà loro imporre disposizioni restrittive senza pericolo di sollevazioni.

Si tratta di un terrorismo evoluto rispetto a quello dei talebani o degli ayatollah che hanno imposto, con la violenza, le loro restrizioni e pene severe per le sole donne.

La mascherina, guanti , gel, distanze… e pene severe per gli inadempienti è un nuovo terrorismo mediatico/politico/sanitario promosso dal governo e in ricaduta dalle regioni in una gara a chi pratica le restrizioni più dure. Continua a leggere

La rapina del millennio

1:50 è il rapporto di quanto lo Stato italiano è arrivato a depredare il Veneto

Incuriositi da quanto pubblicato qui https://www.life.it/1/tasse-e-repubblica-veneta/ abbiamo voluto fare una stima di quanto lo Stato italiano è arrivato a rapinare ai Veneti, raffrontando i dati sulla tassazione vigente nella Serenissima Repubblica con i dati ISTAT del 2006 della regione Veneto.

Secondo i dati forniti da Eugenio Musatti le tasse pro capite, pagate dai cittadini veneti alla Serenissima Repubblica, erano di 19 lire venete/anno.

Secondo i dati ISTAT, nel 2006 in Veneto, la tassazione pro capite era di 13.913 euro/anno.

Come effettuare il paragone tra il valore di quanto pagato alla Serenissima e quanto pagato nel 2006 allo stato italiano? Continua a leggere

Tasse e Repubblica Veneta

Nella Repubblica Veneta il fisco era una cosa seria e pochi pensavano di non pagare le tasse, per due motivi:

il legame di particolare attaccamento alla Patria;

la mitezza delle tasse.

Secondo Eugenio Musatti (1844-1929) nella sua opera “Storia di Venezia” le imposte, sebbene molteplici, erano assai miti, forse la quarta parte di ciò che pagasi ora. Continua a leggere

Caporalato a Treviso!

Quando la stampa di regime prepara il campo alla politica c’è da stare all’erta

Un titolo roboante: Caporalato, decine di braccianti sfruttati nelle vigne e ammassati in baracche, arrestati quattro imprenditori agricoli del trevigiano; una notizia che fa gridare vendetta contro questi sfruttatori trevigiani e Veneti che pongono il profitto sopra ogni cosa.

Se però andiamo a leggere l’articolo scopriamo che gli imprenditori sono due coppie di pakistani, titolari di un’azienda agricola con sede a Treviso, che sfruttavano loro connazionali ed arrestati con l’accusa di intermediazione illecita, sfruttamento del lavoro in concorso, incendio aggravato e tentata violenza privata. Continua a leggere

La volpe perde il pelo ma non il vizio

Molti politici hanno fatto fortuna con le bugie

La bugia non è una virtù come le Istituzioni italiane da oltre 150 anni tentano di darci da intendere così la volpina Italia, nata sulla bugia, sull’imbroglio e che non ha mai perso il vizio, persevera nell’esercizio che meglio gli riesce salvo poi esporsi a barbine figure.

Il Conte Giuseppi, quello che ci tiene in prigione privi di ogni libertà, ha pensato di prolungare il lockdown in base alle allarmanti proiezioni del suo CTS (Comitato Tecnico Scientifico) che stimano un aumento esponenziale di ricoveri in terapia intensiva se la riapertura venisse effettuata al 4 maggio, come programmato. Continua a leggere

Resistenza e Liberazione

Quando noi Veneti potremo festeggiare la Liberazione dall’Italia?

Impariamo da quelli che fanno passare la resistenza come il motore della liberazione, mentre nella realtà a liberare l’Italia furono le truppe Anglo americane.

A parte la propaganda del nuovo regime italico che sistematicamente attribuisce ai partigiani rossi il merito della liberazione, di tutta questa vicenda, da una sola cosa devono trarre insegnamento gli indipendentisti veneti: senza l’aiuto di uno Stato potente possono abbandonare qualsiasi sogno di arrivare, un giorno, ad essere indipendenti. Continua a leggere

San Marco (3 video)

25 aprile in Piazza San Marco con le bandiere di San Marco: una conquista storica

25 aprile 2012 uomini LIFE-APV (Autogoverno del Popolo Veneto) e uomini del gruppo Ultimi Veri Veneziani hanno sfatato il tabù di Piazza San Marco vietata a qualsiasi manifestazione. Noi Veneti ci siamo ripresi il possesso dei nostri luoghi sacri sfidando la minacciosa repressione degli italici sbirri. Piazzetta San Marco col Palazzo Ducale sono diventati il luogo ideale dove festeggiare il 25 aprile San Marco. Continua a leggere