Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 853
  • Comments 1,203
  • Pages 9

suicidi

L’etilometro ed il bere consapevole

Vieni al Mamilla di San Vendemiano, in Via Venezia 61, martedì 16 aprile 2019, ore 20,30 per comprendere come il bere consapevole sia una virtù che può rivelarsi vana quando si incappa in un controllo con l’etilometro.

Questo apparecchio, che non rileva la quantità di alcool presente nel sangue ma i vapori presenti nell’esofago è stato riconosciuto inattendibile, oramai, in innumerevoli sentenze ma, nonostante ciò, Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (seconda parte)

seguito di https://www.life.it/1/schiavi-per-cartelle-prescritte-prima-parte/

Schiavi e, come se non bastasse, dover pagare un avvocato per convincere un organo dello Stato (Tribunale, Commissione Tributaria, Giudice di Pace) ad annullare una cartella esattoriale che una Legge approvata dall’organo supremo di questo Stato, il Parlamento italiano, dichiara inequivocabilmente prescritta, quindi nulla, ma che altro organo, sempre di questo Stato italiano (Agenzia delle Entrate, Riscossione) contrariamente, ritiene legittima.

Ne consegue che le cartelle esattoriali prescritte in teoria non dovrebbero produrre alcun effetto, in pratica costringono il contribuente a ricercare l’aiuto di Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (prima parte)

Se un negoziante mette in vendita prodotti scaduti, che a malapena possono provocare un mal di pancia, rischia la galera per attentato alla salute pubblica nonché pesanti sanzioni, mentre il funzionario dello Stato che pretende il pagamento di debiti scaduti perché prescritti, cosa che ha già provocato la morte per infarto o il suicidio del contribuente raggiunto dalla notifica, non rischia alcuna minima sanzione.

Mentre i prodotti alimentari hanno una scadenza stampigliata sulla confezione che ne obbliga il commerciante al rispetto, i debiti fiscali che pure hanno una scadenza, non godono Continua a leggere

Recessione: avanti un’altra

Non abbiamo fatto in tempo a godere di qualche anno di apparente calma economica e già si prospetta un nuovo ciclo di recessione mondiale che i politici tendono a minimizzare ed esorcizzare con massicce dosi di ottimismo. Ma basterà l’ottimismo a fermare la curva discendente dell’economia mondiale ed evitare lo stillicidio di aziende che chiudono o quello dei piccoli imprenditori impreparati al Continua a leggere

Ła voxe de’l vice: ARMI

La detenzione in casa di armi per legittima difesa è vista, da una “sinistra” prospettiva, come preludio all’imbarbarimento e alla giustizia fai da te dei cittadini e questa non esita a falsare i dati per imporre il suo pensiero. Fradei, trasmetto qui, post magistrale, tratto da “movimentolibertario.com”, contro il politicamente corretto e conseguente rincoglionimento dei sudditi.

Buona lettura e Continua a leggere

Cartella esattoriale: trovato l’antidoto all’ansia

La cartella esattoriale ha il potere immenso di sconvolgere i bioritmi del nostro corpo: tachicardie, stress, agitazione, angoscia, ansia e insonnia; deleteri per la nostra salute ma ottimi alleati del nemico che confida in un pagamento veloce visto che questi fattori ci spronano ad agire quanto prima per risolvere al più presto il problema e liberarcene del pensiero. In questi casi, invece, il miglior nostro alleato è il tempo che il più delle volte, quanto più scorre meglio è: d’altronde c’è una maggioranza dell’Italia che se la prende con calma vivendo più felice dell’altra minoranza.

Perché anche chi è travolto dalla frenesia della vita  non entra a far parte di questa maggioranza felice?

Ecco qui alcuni antidoti contro l’ansia da cartella esattoriale: speriamo Continua a leggere

Imprenditori suicidi, non dimentichiamoli

Fabio Fontana, 53 anni, suicida il 4 gennaio 2018, Marvin Proshka, 31 anni suicida il 5 gennaio ……….  aiutateci a tenere questa rubrica http://www.life.it/1/suicidi/ aggiornata per evitare che il loro sacrificio sia vano e perché sono sicuramente molti più dei 203 menzionati in questo sito, gli Artigiani, commercianti, liberi professionisti veneti, che sono morti e continuano a morire a causa della crisi economica che non da tregua ai piccoli imprenditori, abbandonati a se stessi e privi di paracaduti sia sociali che economici.

Sono gli unici in Italia, in grado di garantire eventuali debiti dell’azienda col patrimonio personale; la prospettiva di ritrovarsi con un Continua a leggere

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Elenco dei solidali con Lucio Chiavegato contro Equitalia

Sono 230 i cittadini, veneti e non, che hanno sfidato Equitalia sottoscrivendo le accuse di istigazione al suicidio ad essa rivolte da Lucio Chiavegato, al tempo presidente di LIFE Veneto

Il 23 maggio 2016 dal sito www.life.it veniva lanciata una sottoscrizione alle dichiarazioni Continua a leggere

Pignoramento della casa

La casa di proprietà è il bene più importante a cui un cittadino possa aspirare e per questa è disposto ad assumersi enormi sacrifici.

E’ un bene che dovrebbe essere tutelato in modo assoluto anche in presenza di debiti, con i soli limiti del buon senso, per evitare che famiglie espropriate di questa, siano abbandonate in mezzo ad una strada.

Le leggi attuali contemplano una minima forma di tutela che in periodi di difficoltà economica come questi, nei quali il rischio di insolvenza è molto alto, non è sufficiente a garantire serenità esponendo sempre più spesso cittadini in difficoltà all’espropriazione della casa.

Questa evenienza si concretizza più comunemente per debiti contratti con banche, finanziarie, commercianti e/o privati nei confronti dei quali il debitore è tenuto a rispondere in solido con tutti i suoi averi ed è esposto Continua a leggere