Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 834
  • Comments 1,181
  • Pages 9

tasse

LA SPAZZATURA E’ UN GRANDE BUSINESS… E IL FESSO CHE PAGA SEI TU!

Un tempo la spazzatura, in pratica, non esisteva, invece ora, per smaltire ciò che produce l’industria, paghi e devi lavorare per loro, separare materiali e guai se sbagli!

Autore: Roberto Marchesini

Si diventa vecchi quando si comincia una frase dicendo «ai miei tempi». Bene: ai miei tempi la spazzatura, in pratica, non esisteva. I vestiti si riciclavano, così come gli imballaggi (borse, bottiglie di vetro, involti di carta e stagnola…); per la «frazione organica» c’era l’orto. L’oratorio passava a raccogliere, casa per casa, carta e rottami; e ci faceva dei bei soldi. Continua a leggere

Il commercialista sbaglia, chi paga?

Pochissimi cittadini conoscono le norme tributarie e quasi tutti si affidano, per gli adempimenti fiscali, al commercialista e , per lo stesso motivo, le aziende preferiscono appoggiarsi ad un professionista esterno che garantisce maggior conoscenza delle norme ed un costo più contenuto raffrontato al costo di una figura interna.

Il commercialista si occupa, per professione di pratiche fiscali e finanziarie, di rapporti economici e commerciali nonché di diritto tributario con  aggiornamenti costanti, materie quasi sconosciute ai più costretti a fidarsi, quasi ciecamente, di questo professionista.

Ma se il commercialista sbaglia, chi paga? Continua a leggere

Cartelle con più di 5 anni, addio

Si fa sempre più strada la tendenza ad uniformare la prescrizione delle cartelle esattoriali relative a tributi dello Stato (IVA, IRPEF, IRAP … ) a quella relativa ai contributi previdenziali ed ai tributi locali, vale a dire 5 anni per tutte.

Dopo la sentenza della Corte di Cassazione 30362/2018 del 23.11.2018 ora arriva un’altra bordata da parte della CTR (Commissione Tributaria Regionale) del Lazio con la sent. n. 1416/2019 del 12.03.2019 che per l’appunto e in conformità con quella della Cassazione, stabilisce per le cartelle esattoriali relative a IVA, IRPEF, IRAP …. la prescrizione di 5 anni.

A questo punto, essendo che Equitalia ci ha sempre marciato alla grande sulla prescrizione tanto che, per Continua a leggere

Prescrizione del fermo auto

Il fermo amministrativo di un veicolo può essere depennato solo in due casi:

  • Col pagamento del debito e successiva cancellazione del fermo ad opera dell’Ente titolare del credito soddisfatto;
  • Con la prescrizione del debito qualora ne fossero decorsi i termini.

In quest’ultimo caso bisogna fare attenzione ad eventuali interruzioni di prescrizione, tra le quali non Continua a leggere

Il marchio di cattivo pagatore

Chi ha rapporti con banche e agenzie finanziarie è soggetto ad una valutazione della sua solvibilità e affidabilità a cura di società di diritto privato (es. la Crif S.p.A.) dette SIC (Sistemi di informazioni creditizie) che tengono un’aggiornatissima banca dati messa a disposizione dei loro clienti (banche e finanziarie) per non rischiare di concedere credito a soggetti poco affidabili.

Queste banche dati raccolgono qualsiasi informazione, positiva o negativa inerente i rapporti di un’azienda o di un cittadino con istituti di credito quali banche e finanziarie: quasi un curriculum.

Tra i dati registrati, l’emissione di assegni a vuoto e protestati, mutui non pagati o pagati in forte ritardo, Continua a leggere

Pace fiscale: saldo e stralcio al 10%

Pace fiscale, la proposta LIFE è saldo e stralcio al 10%.

Se la pace fiscale doveva consentire allo Stato di incamerare risorse insperate ed al cittadino di chiudere ogni partita aperta col fisco c’è il rischio che lo Stato, oltre a ritrovarsi con un pugno di mosche in mano debba affrontare milioni di ricorsi presentati dai cittadini. Continua a leggere

Recupero crediti e riscossione coatta

Esistono delle società specializzate nel recupero di crediti a cui altre aziende affidano il compito di convincere i clienti debitori a sanare la loro posizione con il pagamento.

Queste società si limitano a sollecitare il pagamento o tramite lettera o tramite telefonate da appositi call center, a volte minacciando anche l’intervento di un incaricato al domicilio o residenza del debitore.

E’ importante sapere che queste società si fanno spesso scudo di termini o minacce roboanti per tentare di convincere il cliente moroso al pagamento del dovuto per il semplice fatto che saranno pagate solo e i proporzione dei crediti recuperati.

Continua a leggere

Ispezione GdiF

Confermando quanto da 25 anni LIFE insegna in caso di ispezioni, con le sue 10 regole auree https://www.life.it/1/10-regole-auree-per-sopravvivere-alle-ispezioni/ , è opportuno ritornare su alcuni aspetti pratici dell’ispezione per quanto riguarda la facoltà degli ispettori di accedere in luoghi promiscui o non pertinenti o della pretesa di aprire armadi, casseforti, cassetti borse e consultare le mail.

Continua a leggere

LIFE, sentimenti ed emozioni

Libertà, amore, riconoscenza, ingratitudine, disperazione, testardaggine e rabbia, sentimenti spesso contrastanti, che caratterizzano LIFE ed il suo mondo.

Gli associati LIFE non hanno alcun obbligo a rinnovare annualmente l’iscrizione e chi lo fa, lo fa liberamente senza alcuna minaccia di sanzioni: c’è chi da 25 anni versa il suo contributo volontario senza mai aver usufruito di alcun aiuto, fortunatamente dicono loro e lo fanno per amore di un ideale; c’è chi continua a versare il suo contributo perché in LIFE ha ottenuto risultati insperati contro fisco e burocrazia Continua a leggere

Stangata per le SrL

Uno Stato che è sempre sull’orlo del fallimento, indipendentemente dalle ragioni, e che da sempre si dimostra un pessimo imprenditore ma ha la pretesa di impedire alle aziende di fallire, in questo caso alle SrL, è a dir poco ridicolo.

Tanto più se questo progetto è frutto di un governo sinistro che notoriamente non annoverava mai tra i suoi esponenti il fior fiore dei piccoli e medi imprenditori, bensì quelli di un’imprenditoria assistita, parassitaria  e fallimentare. Continua a leggere