Login

Newsletter

  • Users 150
  • Posts 1,265
  • Comments 1,682
  • Pages 9

Archivi

tasse

Via dall’Italia

Non è uno slogan secessionista ma è la scelta di 122.000 cittadini italiani che nel corso del 2019 sono emigrati in altro Paese.

Del totale, 87.000 hanno un’età tra 25 anni o poco più e ben 28.000 sono laureati.

Le mete preferite sono il Regno Unito che ha visto un aumento del 45% sul 2018 poi nell’ordine Germania, Francia, Svizzera, Brasile, Stati Uniti ….

Continua a leggere

Navigando a vista

I 50 milioni di cartelle esattoriali in partenza forse non partono, per ora

Forse ci siamo abituati a convivere con governanti che cambiano spesso idea ritornando sui propri passi per nulla decidere.

Tra una proroga e l’altra sarebbe arrivata la scadenza per l’invio di 50 milioni di cartelle accumulatesi nei centri di smistamento dell’Agenzia delle Entrate ma … visto il continuare dell’emergenza e la crisi economica si parla di un altro rinvio probabilmente al 30 aprile, crisi … di governo permettendo.

Continua a leggere

Perché si continua a pagare in nero

Col cashback lo Stato promette il rimborso, ai cittadini, del 10% di quanto speso e pagato con carta di credito.

Ma se il tanto vituperato artigiano o commerciante, a fronte di un pagamento in nero, in contanti, offre al cliente lo sconto dell’IVA del 22%, il che pur essendo iniquo in termini di maggior profitto da parte sua offre pur sempre al cliente un maggior tornaconto, quale ragione avrebbe quest’ultimo per aderire al cashback per un ritorno del 10% con un tetto massimo di 150 euro, se tutta va bene?

Continua a leggere

I vampiri dell’ISCRO

L’ennesima nuova tassa a carico delle partite IVA.

L’anno orribile della classe sociale meno tutelata dalle istituzioni, quella degli autonomi, gli ultimi delle tre classi che i provvedimenti covid hanno generato, (i primi, la classe degli Statali i più garantiti e tutelati; i secondi, la classe dei dipendenti del privato che fino ad ora hanno goduto, con tutti i limiti che conosciamo, della cassa integrazione; ultimi gli autonomi con aiuti ridicoli che potrebbero configurarsi come un’istigazione al suicidio) va a concludersi con una beffa finale.

Continua a leggere

Un Governo ridicolo

Affidiamo la gestione dello Stato ad un’azienda privata: meglio un Consiglio di Amministrazione che un Governo ridicolo.

Questo Governo sarà ricordato ad eterna memoria non solo per il disastro covid19 ma anche per via dei propositi di innovazione che si sono rivelati una farsa, una buffonata.

Continua a leggere

L’Agenzia delle Entrate ci riprova

Ovviamente non si tratta di quella ufficiale ma di quella creata da hackers che ha lo stesso intento di quella ufficiale: quello di spillarvi soldi.

Cambia solo il metodo: l’Agenzia delle Entrate lo fa col sistema degli accertamenti e di notifiche legali mentre quella degli hackers lo fa infettando il vostro computer con allegati di posta elettronica che invia alla vostra casella per chiedervi poi un riscatto, quando l’apertura dell’allegato avrà mandato in tilt il vostro computer.

Continua a leggere

Salario e potere d’acquisto

Un recente studio della CGIL mette in evidenza che tra le sei maggiori economie dell’Eurozona l’Italia è la penultima per l’ammontare del salario medio lordo (dati del 2019).

Tralasciando il fine di questo studio e partendo per comodità da questo dato lordo, nella consapevolezza che il fisco italico è forse il più pesante d’Europa e che nel calcolo del salario netto il bel Paese si troverebbe certamente in posizione ancor più arretrata, cerchiamo di calcolare il potere d’acquisto del salario lordo, ossia la quantità di un bene comune acquistabile con quella cifra nei sei Paesi prendendo in riferimento due beni di largo consumo: benzina e gasolio. Continua a leggere

Un futuro difficile

In cinque anni sono calate di 80.000 unità le imprese under 35

I giovani rappresentano il futuro e garantiscono la continuità di un sistema sociale; i giovani imprenditori, gli under 35, rappresentano il futuro e garantiscono la continuità del sistema economico che sostiene il sistema sociale.

Il fatto che il numero di imprenditori under 35 sia calato di 80.000 unità nel corso degli ultimi cinque anni è un pessimo segnale che la politica, questa mala politica, non ha ancora intercettato e non si pone minimamente il problema. Continua a leggere

Rubano!

Ci dicono che abbasseranno le tasse aumentando la pressione fiscale e ci lasciamo derubare da governanti che null’altro sanno fare

Un buon padre di famiglia, trovandosi a corto di denaro, la prima cosa che pensa di fare è quella di razionalizzare le spese, in secondo luogo cercherà di migliorare il suo reddito trovando un lavoro alternativo; mai e poi mai penserà di risolvere i suoi problemi finanziari andando a rubare.

Un buon governante trovandosi con poche entrate, per prima cosa penserà di mettere un freno alla spesa, poi opererà per incentivare l’aumento del PIL favorendo le attività produttive, mai e poi mai penserà di mettere le mani, come un ladro, nelle tasche dei cittadini. Continua a leggere

Cartella esattoriale

Quando sanzioni e interessi di mora non sono più dovuti

Trascorsi 5 anni dalla messa a ruolo di un debito relativo a IRPEF, IRAP, IVA, Diritto Camerale, Canone RAI, tributi che hanno prescrizione di 10 anni, interessi, sanzioni e sovrattasse non sono più dovuti perché prescritti.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 20955/20 del 1 ottobre 2020 riconoscendo a queste somme accessorie una prescrizione di 5 anni indipendentemente da quella di 10 anni prevista per il tributo a cui si riferiscono. Continua a leggere

Commenti recenti