Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 803
  • Comments 1,148
  • Pages 9

Tasse e lotta per l’indipendenza

Non pagare le tasse può costituire la via per l’indipendenza: ne sanno qualcosa gli americani che innescarono la rivoluzione contro la madrepatria Inghilterra rifiutandosi di pagare la tassa sul tè e, altrettanto ne sanno gli indiani (quelli di Ghandi, per non creare confusione) che, dalla rivolta della tassa sul sale, crearono i presupposti per l’indipendenza dell’India dall’Inghilterra.

Il Popolo Veneto potrebbe seguire l’identica strada della rivolta fiscale, ma la verve dei veneti non sembra quella di americani o indiani e questa incertezza potrebbe creare seri problemi a chi, con entusiasmo, si è

gettato a capofitto nella lotta di liberazione.

Precisiamo: qualora tutti i veneti aderissero in massa all’iniziativa, non ci sarebbero problemi in quanto, avrebbero dimostrato al mondo che l’Italia non ha più la sovranità sul territorio veneto e da lì all’indipendenza il passo sarebbe breve.

Il problema sorgerebbe qualora una fetta importante di Veneti non seguissero questa via, lasciando isolate le avanguardie della rivolta fiscale che si trasformerebbero in facili prede e lo Stato italiano, assetato di vendetta per la contestata sovranità, avrebbe l’occasione propizia per porre fine alle velleità indipendentiste del Popolo Veneto sfoderando le armi repressive che uno Stato, internazionalmente riconosciuto, ha a sua disposizione.

Quindi, per evitare inutili massacri, sarà utile dare uno sguardo a questa tabella, frutto dell’esperienza ventennale di LIFE, per limitare i rischi che si corrono in caso di fallimento della rivolta fiscale e, consapevolmente, scegliere la strada meno pericolosa ma altrettanto efficace.

 

Daniele Quaglia

5 risposte a Tasse e lotta per l’indipendenza

  • Giorgio da Casteo scrive:

    El VIRUS dea Life. Sta idea che SE tuti NON i pagase e tase se podaria anca aver l’indipendensa. A xe na idea
    grandiosa che indica a deboesa dea presidensa Life atuae. Parche’ el Veneto no xe el Tiroeo e gnanca a Val de Aosta. Ve sparagno de dirve cosa che xe deventa’ el Veneto on quo ! Forse anca a causa de sta idea imbriaga’. No intendo farvea cambiar, ma poso dirve che a presidenza poiticamente viagia so on binario morto .
    Se me xe consentio in sede a Spresian ghe xe on gran casin, tipo el marca’ dei petusi, el ultimo che riva ciapa a paroea e fa taser tutti i altri. Saria ora che metesi su na machineta coi numari come che fa tuti.
    Pax tibi Marce !

    • daniele scrive:

      Caro Giorgio, il post sulle tasse ha lo scopo di rendere consapevoli e quindi rischiare il meno possibile e ottimizzare i risultati per chi intraprende questa strada, mi sembra palese. Se tu partecipi ad un incontro con un tema specifico si suppone che qualsiasi intervento sia inerente a quel tema: se parliamo delle vie possibili da percorrere per arrivare all’indipendenza del Veneto non puoi tirar fuori l’argomento del trattato con TITO e la cessione illegittima della Dalmazia. Cosa c’entrano queste cose con l’indipendenza del Veneto. In LIFE tutti possono parlare, soprattutto quelli che dicono cose sensate e portano nuove idee ed il casino c’è solo quando qualcuno vorrebbe imporre le sue. Non serve un cronometro o, se vuoi una clessidra, che sono strumenti adatti solo a chi vorrebbe parlare solo lui senza ascoltare gli altri

  • GIORGIO VIGNI scrive:

    Doverose delucidazioni, alias, vedemo de capirse:
    è chiaro che un azione individuale, specie per l’attore, è, relativamente, rischiosa e di opinabile risultato, ” me son voltà indrio, casso, no ghe giera nissun”. Ergo, per far bene qualcosa, specie per gli attori, ci vuole una massa critica e coesa. Esemplifichiamo un ipotetico “non pagare le tasse, esattamente NON VERSARE le tasse”. Innanzi tutto fare il cartaceo,perfettamente, poi trattenersi il dovuto alle scadenze. Se sono dei singoli, dopo un paio d’anni riceveranno le cartelle, con tutti gli inconvenienti noti, con more ed interessi ed avanti con le schermaglie e quant’altro. Il danno a lor signori sarà, pressochè, nullo. Se invece c’è una moltitudine coesa, è facile intuire come la cosa cambi, sia per questioni burocratiche che d’incasso. Istituiranno, fulmineamente, dei lager per arrestare migliaia di persone ? Questo è un esercizio, accademico, di un’ipotesi Meditate, fioj, meditate.

    G.Vigni

  • GIORGIO VIGNI scrive:

    Un po’ di letteratura:
    «Rifiutarsi di pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per sconfiggere un governo.» (Mahatma Gandhi)

    “la cosa inquietante per un governo (precario saldamente seduto, come sono tutti) non sono le rivolte straordinarie, per quanto grandi esse siano, non sono le disubbidienze del genio, eccezionali, fossero anche del massimo genio; è invece, sono le rivolte che non sono neanche tali, che non si notano, disubbidienze tranquille, ordinarie, che vanno (come) da sé… Ecco cosa è pericoloso per uno Stato: solo l’ordinario”. C. Péguy, Véronique

    «Gli esportatori illegali di capitale sono benefattori della Patria, perché i capitali scappano quando i governi dissennati e spendaccio¬ni li dilapidano, e allora portandoli altro¬ve li salvano dallo scempio e li preservano per una futura utilizzazione, quando sarà tornato il buon senso». (Luigi Einaudi)

    Sant’Agostino : A forza di vedere tutto si finisce per sopportare tutto.
    A forza di sopportare tutto si finisce per tollerare tutto.
    A forza di tollerare tutto si finisce per accettare tutto.
    A forza di accettare tutto si finisce per approvare tutto.

    Mencken
    La democrazia è una forma di religione. E’ l’adorazione degli sciacalli da parte dei somari.
    Se l’esperienza ci insegna qualcosa, ci insegna questo: che un buon politico, in democrazia, è tanto impensabile quanto un ladro onesto.
    Demagogo. Uno che predica dottrine che sa false a gente che sa cretina.
    Un idealista è uno che, notando che una rosa odora meglio d’un cavolo, ne conclude che se ne possa cavare una minestra migliore.

    il brutto e cattivo non e’ l’ evasore ma chi l’ evasore lo crea legalmente, lo Stato e ogni suo Governo. Gianfortuna

    «Se mille uomini non pagassero quest’anno le tasse, ciò non sarebbe una misura tanto violenta e sanguinaria quanto lo sarebbe pagarle.»
    (Henry David Thoreau, Disobbedienza civile)

    Par intanto, basta .

    G.Vigni

  • Giorgio da Casteo scrive:

    Saro’ curto pi che poso ! Sensa poemica el pensiero alquanto teologico e fiosofico de Vigni o conosevo. Me sorprende Quaglia artefice de tante lote indipendentiste, e anca dea Life come sindacato dei lavoratori autonomi. Eu’ e tanti venetisti no i se rende conto che semo ae porte de on cambiamento epocale ? Cosa credio che a “Via dea Seta” cinese sia ancora, se pur esaltante, quea che ga fato Marco Poo nel ‘300 ? Se qualcun de valtri ga leto el me reseconto recente , sensa esar on economista, so i “aspeti positivi e negativi del fenomeno- cataclismatico” pol capir mejo tuto. Osia che fra i do litiganti Usa e Cina el 3° gode che i xe quei popoi che vive e lavora nel interland del golfo de Venesia . Adeso Zaia e i so espeti i se contente anca de poca Autonomia, ma indispensabie par costituir na macro-rejon del nordest. Altrimenti Matarea e amisi i me dovra’. spiegar come che i ga fato a pasarghe a Fedriga e sorgenti del Piave e a stupenda Val Visdende con a conca de Sapada. E i trentini che me ga ciava’ mexa Marmoeada no i pol cavarsea dixendo che xe colpa del PR de Canazei. Altretanto sotoacqua, a Zaia piaxendo, Bozen sta tramando par Cortina insieme a Mian par i xoghi del 2026. Xe xa suceso con l’Espo 2000. De questo mi gavaria caro che se parlase aea Life che no semo proprio 4 gati e godemo da tuti on gran rispeto. Dispreso Moro e tuti i catocomunisti falsi che ga ceduo i teritori triestini ed istroveneti a Tito in cambio dee foibe ! Nea sede a Spresian preferiria rispeto par tute e idee e che chi conduxe a serata fose pi energico ! Andemo vanti co corajo parche’ come che go xa dito questo sara’ on ano memorabie e el prosimo sara’ queo del grando cambiamento.

    Semper pax tibi Marce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.