Login

Newsletter

  • Users 554
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Un colpo di Stato?

Incrociamo le tesi di Szumski apparse su Trevisotoday e quelle di Becchi e Zibordi sul Sole24ore: ne esce un inquietante scenario.

Probabilmente hanno cavalcato questo virus per fare un Colpo di Stato con motivazione sanitaria. Il peggio sarà dopo: un disastro economico” sono le dichiarazioni di Riccardo Szumski, sindaco di Santa Lucia di Piave, medico di base e da sempre grande amico LIFE.

Dice inoltre di aver curato i suoi pazienti che presentavano la sindrome da coronavirus, a casa con comuni farmaci (cita Plaquenil e Azitromicina) e cortisone con esito positivo contrariamente a quanto succedeva in Lombardia e in Veneto nelle strutture ospedaliere e si chiede come sia possibile attribuire la causa del decesso di migliaia di persone al coronavirus, a fronte di zero autopsie.

Paolo Becchi, professore ordinario di Filosofia del Diritto presso l’Università di Genova e Giovanni Zibordi, trader e consulente manageriale e finanziario, sostengono che il numero di morti nel primo quadrimestre 2020 sia inferiore alla media di tutti gli altri anni arrivando a questa deduzione con calcoli matematici, visto che i dati resi noti dall’ISTAT sono parziali.

Nemmeno la tesi che il “tutto chiuso” abbia ridotto la mortalità è supportata dalla realtà che vede in Italia 338 morti per milione di abitanti mentre in Corea, Giappone, Taiwan, Hong Kong, Australia e Svezia, che non hanno mai “chiuso tutto”, la mortalità è stata di 90 morti per milione e anche in Germania e Olanda, con disposizioni più permissive hanno una mortalità dimezzata rispetto a noi.

Non può essere la mortalità eccessiva a giustificare il blocco prolungato dei diritti e della vita dei cittadini che sta provocando la distruzione non solo economica ma anche culturale se si pensa al blocco di scuole e Università.

Quale sarebbe lo scopo di un colpo di Stato?

A chi giova un Veneto, una Lombardia, un Friuli … ridotti alla fame?

Chi è il regista occulto di questo supposto Golpe?

Una cosa è certa: troppe cose ci vengono nascoste dai politici, anche da quelli “amici”.

Daniele Quaglia

Szumski http://www.trevisotoday.it/attualita/coronavirus-cura-plaquenil-medico-santa-lucia-piave.html

Becchi e Zibordi https://www.ilsole24ore.com/art/siamo-l-unico-paese-mondo-che-sta-distruggendo-sua-economia-e-sua-cultura-causa-virus-ADemZwK?cmpid=nl_lifestyle

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Gianpy
Gianpy
1 anno fa

Che il tutto vero o niente di vero su tutto ciò che e successo e succede ci può anche stare, che tutto sia stato programmato e predisposto mi sembra una cosa un po troppo ciclopica, e ancor più irreale. Se fosse da prima, tenuto conto che da più di 50 anni ci stiamo battendo per convincere i veneti nell’ottenere una conveniente indipendenza e a tuttora nonostante tutti gli sforzi non ci siamo mai riusciti, un si tanto uragano del corona virus l’avremo noi tutti auspicato nella speranza che svegliasse le coscienze, ma aimè niente di tutto questo succede.
Una cosi silenziosa e pacata sottomissione da tanto tempo in essere, nessuna nomenclatura avrebbe rischiato dei cambiamenti e meno ancora inventando un virus alla cieca.

Giandiego - Vittorio Veneto
Giandiego - Vittorio Veneto
1 anno fa

C’é poco da dire…se il popolo veneto si lascia sottomettere così, senza alzar la testa in difesa della propria economia vuol dire che gli va bene così… storicamente le grandi rivoluzioni le ha sempre fatte il popolo affamato.
La grande maggioranza del benestante popolo veneto non è affamata e quindi sopporta questa privazione di libertà e di lavoro senza reagire. Chi vuol fare una rivoluzione per questa situazione ? Chi vuol mettere a rischio la propria condizione di benessere..ancora apparente??
Vedremo in seguito però..!
Ai dirigenti politici regionali non gliene può di meno importare, loro il lauto stipendio lo portano a casa ugualmente,crisi sanitaria o no.
Si espongono solo con parole a favore delle tanto sbandierate, e mai portate a compimento, autonomie che, (forse) qualche privazione economica potrebbero anche a loro portare, con il cambio di sistema.
E quindi…? quindi continueremo a lavorare, soffrire, imprecare..per continuare a pagare, pagare, pagare.Per mantenere quell’apparente benessere che ci circonda.
Non ne usciremo mai.
Le rivoluzioni le fa il popolo affamato.