Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,184
  • Comments 1,526
  • Pages 9

Un monumento all’evasore.

Veneto Stato, movimento politico con a capo il prof. Lodovico Pizzati, ha organizzato  per sabato 10 settembre 2011 una manifestazione a favore del tanto vituperato   evasore fiscale veneto  con la presentazione in loco di un monumento.

LIFE non poteva mancare ad una manifestazione  che racchiudeva  in se tutto il concentrato  delle battaglie e della storia  LIFE e così, per due motivi  non poteva mancare.

Il primo motivo è che era stato chiesto a Daniele Quaglia di realizzare un qualcosa che potesse rappresentare l’evasore, per essere esposto nella piazza di Arzignano comune al centro dell’attenzione della cronaca  per la scoperta di una (presunta) maxi evasione fiscale da parte di aziende locali.

Il secondo motivo è che a Daniele Quaglia è stato concesso di effettuare un intervento dal palco in qualità di rappresentante LIFE.

E’ da chiarire che non si tratta di un apparentamento  politico ma é consuetudine per LIFE rispondere positivamente a qualsiasi movimento o partito che  condivida la lotta contro un sistema fiscale-tributario-legislativo nemico della libertà di lavoro qual è quello italiano.

Vista la brevità del tempo a disposizione e dopo una consultazione tra gli interessati si è deciso di costruire una croce in legno, da sempre simbolo della sofferenza, che potesse dare l’dea  dell’intraprendere in un ambiente ostile qual è l’ambiente creato da una pubblica amministrazione proiettata al contrasto, non disdegnando pure falsità e  bugie,  e non alla collaborazione per un crescere armonioso.

Loro contro di noi, e noi contro di loro in una lotta per la sopravvivenza all’ultimo sangue: o noi o loro, perché non c’è più posto a tavola per entrambi , contemporaneamente.

Il tutto è ben illustrato dalle foto scattate e dalle didascalie.

La croce in fase di studio

piazzata sul posto, coperta con un telo, guardata a vista da Jerry

arriva il corteo

in prima fila tv e fotografi in attesa che venga tolto il telo

finalmente si può riprendere

una croce posta sopra un sacco di palle tricolori

il comandante “Lucios”, uomo LIFE, ne ha per tutti: burocrati, politici e Napolitano

sulla croce una cassuola, un martello da calzolaio, una chiave idraulica, una lama di sega, filo elettrico

una lima, un pennello, una chiave esagonale, un goniometro

un leone, simbolo del Popolo Veneto e poi un CD, una mazzetta di tessuti colorati, telefono, fax, cellulare, computer, scontrini fiscali, fatture…..tutti sono rappresentati

Daniele Quaglia: finchè esiste questo Stato resteremo sempre schiavi

noi lo possiamo fermare non dandogli più i nostri soldi

anche l’evasione fiscale può diventare sistema di lotta. Non diamo più i nostri soldi ai nostri aguzzini, abbiate il coraggio di farlo, è il prezzo della libertà

I commenti sono chiusi.

Commenti recenti