Login

Newsletter

  • Users 90
  • Posts 877
  • Comments 1,224
  • Pages 9

Un’altra crisi?

Come va in generale? E’ la domanda che ci viene spesso rivolta  da chi è deluso dall’andamento della sua azienda.

Al di là della risposta scontata che attribuisce un buon andamento ad alcuni settori e una certa sofferenza ad altri, quello che preoccupa è l’intensificarsi di segnali, in campo globale, che non promettono nulla di buono e che potrebbero essere il preludio di una crisi più devastante di quella del 2007.

Questi i segnali:

L’economia della Germania in forte rallentamento;

La Deutsche Bank esposta in derivati per un capitale che vale 27 volte il PIL dell’Italia e declassata ad un preoccupante rating BBB con prospettive negative;

La guerra commerciale USA contro Cina e contro Germania;

Il debito mondiale, pubblico e privato, che ha raggiunto 247.000 miliardi di dollari;

La politica monetaria espansionistica delle banche centrali, Federal, BCE, Bank of England, Banca centrale Cinese, con emissione di denaro facile drenato dalle banche private per speculazioni finanziarie e non per stimolare l’economia;

La funzione del denaro come strumento di ricatto e di indebitamento.

Tutti questi elementi si sarebbero velocemente combinando in una miscela in grado di innescare una crisi epocale, devastante per l’economia globale.

Allacciamo le cinture.

Daniele Quaglia

per approfondire https://scenarieconomici.it/la-tempesta-perfetta-di-paolo-becchi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.