Login

Newsletter

  • Users 85
  • Posts 747
  • Comments 1,096
  • Pages 9

Vivere con 50 euro al mese

Ce la faranno Renzi ed Agnese a vivere con i 50 euro al mese che gli rimangono dopo aver pagato tutte le rate dei mutui bancari?

Ogni imprenditore ha provato, prima o poi, le difficoltà ad ottenere credito dalle banche che fanno a gara per accaparrarsi il cliente quando l’azienda è in ottima salute, salvo poi stringere le erogazioni, nei momenti in cui l’azienda ne ha più bisogno; senza contare le garanzie reali da apportare sempre e comunque : dalle firme di garanzia di amici, parenti e conoscenti, al possesso di un patrimonio sia aziendale che personale da mettere sul tavolo a copertura dei rischi.

Nei confronti delle imprese che chiedono credito, si può, senza ombra di dubbio, affermare che le banche ci vadano con i piedi di piombo, cosa che non è mai stata così con i privati per l’acquisto della prima casa e, men di meno, per i politici.

Ma se una qualsiasi azienda o qualunque privato richiedessero un mutuo esibendo una situazione economica quale quella presentata da Matteo Renzi, nel caso del mutuo da 900.000 euro concessogli per l’acquisto della famosa villa, a costoro sarebbe certamente negato ma non lo è stato per Renzi che, conti alla mano, dopo aver pagato anche le rate annuali di questo nuovo mutuo, gli restano 600 (seicento!) euro all’anno per soddisfare tutte le esigenze primarie di una famiglia.

I coniugi Renzi (lui Senatore e lei insegnante di scuola superiore) godono complessivamente di un reddito netto di 84.000 euro all’anno, 51.000 dei quali se ne vanno per pagare rate mensili di 4.250 per mutui contratti negli anni precedenti.

A questo punto il reddito disponibile per la famiglia Renzi, è di 33.000 euro l’anno di cui 32.400 riservati al pagamento del nuovo mutuo trentennale di 900.000 euro con una rata mensile, calcolata con previsione di benefici a dir poco eccezionali, di circa 2.700 euro.

Quindi, alla famiglia Renzi, una volta pagati i mutui, restano nel portafoglio 50 euro al mese.

Pina Picierno, compagna politica di Renzi ha sostenuto che un pensionato con 80 euro fa la spesa per due settimane, di conseguenza 160 euro potrebbero essere sufficienti per una spesa mensile.

Il suo capo saprà fare meglio, visto che dovrà dimostrare di poter vivere lui, moglie e famiglia con 50 euro al mese?

Forse ci riuscirà ma, il come lo farà, rimarrà un mistero.

Allo stesso modo, rimarrà un mistero il perché la sua banca, che per concedere un mutuo ad un’azienda pretende quasi l’analisi del sangue di dipendenti, titolari e di tutti i loro parenti, abbia concesso un mutuo così importante ad un cittadino matematicamente impossibilitato a pagarlo.

Daniele Quaglia

liberamente tratto da https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/28/il-mutuo-per-la-villa-di-renzi-e-subprime/4521176/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.